Foxconn sposterà la produzione degli iPhone fuori dalla Cina?

Foxconn sposterà la produzione degli iPhone fuori dalla Cina?
di

Il duello tra Stati Uniti e Cina si fa sempre più concitato, e il caso Huawei ha mostrato che la politica è in grado di decisioni drastiche e repentine. La Foxconn ha deciso di rassicurare gli investitori: nel caso non fosse più un'opzione valida, è pronta a fare i bagagli e spostare fuori dalla Cina la produzione degli iPhone.

L'azienda ha spiegato di avere il know-how e gli stabilimenti per spostare l'intera produzione degli iPhone fuori dalla Cina, evitando in questo modo eventuali sanzioni sui prodotti assemblati nel Paese asiatico, o misure protezionistiche di altro tipo. Si tratterebbe di una decisione drastica, un piano nucleare che verosimilmente non sarà mai preso almeno che non diventi d'obbligo.

"Il 25% della nostra capacità produttiva si trova fuori dalla Cina, e possiamo aiutare Apple a soddisfare le sue esigenze all'interno del mercato americano", ha spiegato Young Liu, dirigente della Foxconn. "Abbiamo sufficiente capacità (produttiva) per soddisfare le esigenze di Apple".

Foxconn è intervenuta sull'argomento poco dopo che il Presidente degli Stati Uniti ha minacciato la Cina di imporre nuove tariffe per un valore di 300 miliardi di dollari.

Apple, ad ogni modo, non ha dato nessuna istruzione alla Foxconn di delocalizzare la produzione degli iPhone. Se la Cina non sarà più una possibilità, l'azienda potrebbe spostare il grosso della produzione in India. La Foxconn ha aperto anche diversi stabilimenti anche negli Stati Uniti, con l'obiettivo di assumere 2.000 americani entro il 2020. Inoltre ora Foxconn rispetta pure i rigidi parametri ambientali imposti dalla Apple.

FONTE: Bloomberg
Quanto è interessante?
3