Francia: ignorare le mail e spegnere il telefono fuori dall'ufficio è un diritto

di

Dal prossimo primo Gennaio in Francia entra in vigore una legge a tutela dei dipendenti che permetterà loro di spegnere il telefono ed ignorare le mail al di fuori delle ore d’ufficio, senza conseguenze per il posto di lavoro. In questo modo i dipendenti d’impresa non dovranno essere sempre reperibili, come richiesto da alcune società.

Si tratta di un aspetto poco noto della Loi Travail, la nuova legge per il lavoro che è stata a lungo contestata durante l’estate a causa delle nuove regole sui contratti.
La legge sugli smartphone e le mail è già presente nella legislazione di altri paesi: tre anni fa gli ingegneri aderenti al sindacato Syntec avevano raggiunto un accordo che ha permesso loro di ignorare i messaggi dopo le 18 e nei weekend. In Germania, Volkswagen ha deciso di sospendere qualsiasi tipo di comunicazione sugli smartphone tra le 18:15 e le 7 del mattino, mentre in Gran Bretagna è stata instaurata una mezza giornata al mese senza email, per favorire gli scambi verbali tra i dipendenti. In Italia, invece, il ddl “lavoro agile” è stato approvato dalla commissione Senato e prevede il diritto alla disconnessione.
Uno studio condotto in Francia ha mostrato che solo un manager su quattro interrompe le comunicazioni professionali al di fuori delle ore d’ufficio. E’ chiaro però che gli effetti di tale legge saranno tangibili solo a lungo termine e non nell’immediato. Un sindacato ha però calcolato che ogni manager viene interrotto, in media, ogni 8 minuti da mail, SMS e avvisi, ecco perché è stato chiesto di regolamentare le disconnessioni.

Quanto è interessante?
0