Francia: da settembre scatta il divieto d'utilizzo per gli smartphone a scuola

Francia: da settembre scatta il divieto d'utilizzo per gli smartphone a scuola
di

Il Senato francese ha dato il via libera ad uno dei cavalli di battaglia del presidente Emmanuel Macron sull'utilizzo degli smartphone a scuola, che da settembre sarà vietato. La nuova legge vieterà l'utilizzo di smartphone, tablet ed altri dispositivi connessi ad internet dalle scuole materne ai licei.

Eventuali modifiche, però, saranno a discrezione dei singoli istituti, i quali potranno decidere se consentire l'utilizzo dei devices per uso didattico o pedagocico solo in determinate aree dell'edificio o occasioni, a discrezione dei dirigenti e professori.

Gli stessi istituti, inoltre, potranno attrezzarsi per utilizzare una sorta di deposito all'ingresso in cui gli studenti dovranno depositare gli smartphone. In alternativa, i professori potranno anche consentire loro di tenerli in classe, ma spenti e negli zaini.

Nelle prossime settimane, comunque, il Governo provvederà a mettere a punto una sorta di vademecum per gli studenti e professori, in cui sarà spiegato ancora meglio il funzionamento della legge.

Secondo alcuni studi effettuati, la legge è destinata ad avere un impatto importantissimo sulle abitudini degli utenti, dal momento che il 93 per cento dei ragazzi francesi con età compresa tra i 12 ed i 17 anni possiede un cellulare. In teoria, l'utilizzo dello smartphone è già vietato da tempo in classe, per la precisione dal 2010 a seguito dell'approvazione del Codice Sull'Educazione.

Quanto è interessante?
3

Il caffè di Starbucks a casa tua con le pratiche capsule in vendita su Amazon.it, compatibili con le macchine espresso delle principali marche.