Friedrich von Steuben: il primo soldato rivoluzionario apertamente gay

Friedrich von Steuben: il primo soldato rivoluzionario apertamente gay
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Quando si parla di figure storiche è sempre difficile capire certi aspetti della vita personale considerati taboo nelle epoche in cui vissero, come l'orientamento sessuale. Eppure, certi esempi ci permettono comunque di conoscere meglio una realtà poco analizzata. Fra questi vi fu Friedrich von Steuben, il primo generale tedesco apertamente gay.

Di discendenza prussiana, Friedrich Von Steuben affermò la sua posizione da eccellente guerriero a soli 17 anni. Quasi immediatamente, infatti, divenne l'assistente di Federico di Prussia.

Tuttavia, ogni sua ambizione venne distrutta all'improvviso nel 1763, quando venne dimesso dal suo incarico.

Probabilmente la causa del suo licenziamento fu proprio l'aver iniziato a mostrare pubblicamente il suo orientamento sessuale e, conseguentemente, aver generato un forte scandalo nella corte prussiana.

Da quel momento in poi, il suo merito e il suo continuo desiderio di lavorare non vennero riconosciuti, perché quello che importava era la sua vita privata. Seguirono ingaggi su ingaggi a breve tempo, fino a quando non venne in suo aiuto un evento di eccezionale portata: la guerra d'indipendenza americana (1775-1783).

Le truppe indipendentiste di Washington si trovavano ad un punto morto. Il morale tra gli uomini era pessimo e non avevano ricevuto alcun addestramento per poter combattere contro le forze reali britanniche. Benjamin Franklin, quindi, chiese a Von Steuben di offrirsi come volontario e guidare il futuro Esercito Continentale.

Il giovane uomo, prima di accettare, provò un'ultima volta in patria, nella speranza di poter riassumere una posizione simile a quella per cui tanto aveva lottato da ragazzo. Tuttavia, non funzionò perché i suoi nemici lo accusarono di pedofilia.

Lo storico William Benemann, supportato anche da molti altri colleghi, ha dichiarato più volte che il militare prussiano venne definito "pedofilo" non perché lo fosse, ma perché nella società settecentesca si era soliti associare l'omosessualità maschile con la pedofilia.

Quindi, dopo anni di accuse, cattiverie subite e di sforzi andati a vuoto, Von Steuben "Invece di provare a difendersi, preferì scappare dalla sua patria", scrive Benemann.

Franklin venne a conoscenza di quello che stava accadendo in Prussia in merito alle accuse rivolte verso l'uomo che aveva appena ingaggiato, ma, come Washington, riteneva più utile ed importante il merito militare.

Caso volle che Von Steuben venisse affiancato nell'addestramento dell'esercito da una coppia particolare e oggetto di discussione a livello accademico: Alexander Hamilton e John Laurens. Anche in questo caso, alcuni sostengono che i fra i due ci fosse una sorta di relazione amorosa platonica, ma che non sfociò mai in qualcosa di più "complesso".

Il generale, sentendosi libero di poter manifestare la propria omosessualità senza grandi pregiudizi, intraprese delle relazioni romantiche, anche abbastanza lunghe, con uomini sul campo. Fra i principali nomi risaltano Benjamin Walker e William North.

Washington non ostacolò mai i suoi rapporti, perché Von Steuben si dimostrava sempre un vero e proprio eroe di guerra. Aiutava tutti i soldati, insegnava loro le tattiche militari prussiane ed era sempre in prima linea negli attacchi.

Alla fine della guerra, il generale ottenne la cittadinanza americana, si trasferì a New York e adottò sia Walker che North -una pratica comune tra gli uomini omosessuali, per aggirare la legge e poter andare a convivere. Essa perdurò fino al XX secolo, quando la condizione degli omosessuali cambiò drasticamente in tutto il mondo. I tre stettero insieme fino alla morte del "padre adottivo", nel 1794.

FONTE: History
Quanto è interessante?
2