Frodi informatiche: maxi operazione della Polizia di Stato. Sgominata una banda in Italia

di

E' scattata questa mattina all'alba l'operazione Bruno della Polizia di Stato che ha sgominato una banda di professionisti specializzati in truffe informatiche e clonazione di carte di credito. La maxi operazione è stata operata a termine dai militari della Polizia di Stato italiana con quelle rumene, ed ha smantellato un'organizzazione criminale.

Attualmente sono 13 gli indagati in Italia ed 11 in Romania, mentre le perquisizioni portate a termine sono circa quattordici.

Nel nostro paese le indagini sono state portate avanti in diverse città sparse in tutta la penisola: Milano, Rozzano, Monza, Sesto San Giovanni, Jesolo, Trieste, Verona, Roma, Napoli, Cosenza e Reggio Calabria, da cui è nata l'intera operazione. Il tutto risale però al 2016, quando i Poliziotti avevano iniziato ad avanzare alcuni sospetti nei confronti di due soggetti che poi si sono rivelati appartenere ad un'organizzazione criminale specializzata in frodi informatiche.

Le indagini effettuate hanno portato alla luce un'organizzazione molto complessa.

I cittadini raggirati sono più di 174, e sarebbero stati vittima di clonazione di carte di credito, phishing ed altri metodi che miravano a "rubare" i dati bancari per accedere ai conti e trasferire facilmente il denaro. In totale, la banda avrebbe mosso circa 1,2 milioni di Euro, ma i Poliziotti sono convinti che le indagini in corso faranno aumentare l'ammontare totale, soprattutto se si conta i movimenti su larga scala effettuati anche all'estero.

Oltre alla collaborazione delle autorità rumene, la Polizia di Stato si è avvalsa anche di quella di Eurojust e di Poste Italiane, che ha permesso di individuare facilmente i trasferimenti di denaro.

Quanto è interessante?
8

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it