I gabbiani sono davvero stupidi? Uno studio ha smentito questo falso mito

I gabbiani sono davvero stupidi? Uno studio ha smentito questo falso mito
di

La reputazione dei gabbiani è ben nota, soprattutto a chi vive nei pressi del mare. Si tratta di uccelli voraci che preferiscono il cibo toccato dall'uomo. Altra caratteristica di questi uccelli è di avere un piccolo cervello. Per sconfessare il mito sulla loro tontaggine, uno studio ha scoperto che i gabbiani non sono affatto stupidi come sembra.

Uno studio, condotto dai ricercatori del dipartimento di psicologia del Memorial University of Newfoundland, in Canada, ha individuato una specie di questi uccelli marini, il gabbiano dal becco ad anelli, che potrebbe possedere un’intelligenza fuori dal comune.

Secondo i test effettuati dai ricercatori, i candidi uccelli acquatici sono in grado di risolvere enigmi complessi che solo le specie aviarie più intelligenti, come corvi e pappagalli, sanno completare.

Il test sottoposto ai gabbiani selvatici dell’isola canadese di Terranova, ha mostrato diversi esemplari riuscire a risolvere il test di trazione della corda.

L’enigma in esame viene applicato all’analisi di specie animali per verificarne le abilità cognitive di risoluzione dei problemi. Diverse specie di uccelli sono state sottoposte alla valutazione, ma, riguardo quelle acquatiche, la letteratura scientifica è alquanto scarna.

Un fenomeno strano, considerando che le specie marine manifestano un notevole adattamento agli ambienti e sono soliti utilizzare strumenti nel corteggiamento e sotto forma di esche.

Il test ha posto diversi gabbiani di fronte ad una capsula Petri, collegata ad un filo e contenente un pezzo di salsiccia. Il tutto, così assemblato, è stato racchiuso in una scatola di plastica semitrasparente e fessurata da cui, tirando la cordicella, è possibile estrarre la capsula. L'obiettivo dei gabbiani era tirare il filo ed estrarre la capsula.

Su un totale di 138 gabbiani, 104 hanno tentato di risolvere il test di trazione. Tra quelli che ci hanno provato ben il 25% è riuscito a tirar fuori la capsula Petri con la salsiccia e il 21% di questi è riuscito al primo tentativo.

Gli autori dello studio, in merito ai risultati, hanno dichiarato "Dal momento che il nostro studio ha limitato il numero di prove per soggetto a tre, sosteniamo che un tasso di successo del 21% al primo tentativo e del 25% in generale sia una forte prova che i gabbiani dal becco ad anelli sono abili nel risolvere questa prova".

Riguardo al disvelamento delle abilità cognitive, però, il test di trazione delle stringhe presenta alcune criticità, che non lo renderebbero adatto a misurare la risoluzione dei problemi.

Secondo ricerche passate sui corvi, l’azione del tirare sarebbe indotta dal conseguente avvicinamento del cibo e non da un'attiva risoluzione del problema da parte degli animali.

Risulta necessario approfondire e chiarire le dinamiche di causa-effetto in relazione al comportamento, magari adottando stratagemmi più complessi per sottoporre il test e mettere alla prova le abilità cognitive degli animali.

Ciononostante questa tipologia di esperimenti ha il potenziale di fornire una migliore comprensione sulle abilità di adattamento, comprensione e innovazione degli uccelli.

A proposito di "geni piumati", è stato recentemente scoperto che i corvi comprendono il concetto di zero.

Quanto è interessante?
4