Gerry Scotti apre pagina Facebook e ingloba tutte le altre a suo nome: il web insorge

di

Gerry Scotti ha attirato le ire di buona parte del web negli ultimi giorni. Ma come ha fatto un personaggio "buono" della televisione come il 61enne pavese a far arrabbiare così tanto gli utenti? Vediamolo assieme.

Lo scorso venerdì 11 maggio, Gerry Scotti, probabilmente aiutato da un team di esperti, ha deciso di aprire la sua pagina ufficiale su Facebook, del quale era ancora sprovvisto.
Tutti questi anni di assenza dal social network di Zuckerberg avevano fatto proliferare diverse pagine che utilizzavano il nome del popolare conduttore televisivo. Alcune di queste erano prevalentemente satiriche, altre decisamente più graffianti e contenevano persino insulti.

Nulla di strano, se non fosse che la nuova pagina ufficiale ha inglobato tutte le altre riportanti il nome d'arte del conduttore televisivo, anche quelle a suo "sfavore", facendo guadagnare a Gerry quasi 100.000 seguaci in un colpo solo. Cosa che non è andata giù agli utenti di Facebook, che si sono ritrovati con il "mi piace" alla pagina.

Sulla pagina di Scotti sono comparse centinaia di recensioni negative, con tanto di definizioni senza alcun senso logico. Questo perché i gestori delle pagine hanno visto cancellare il proprio lavoro, anche se utilizzare il nome di una personaggio pubblico senza autorizzazione può chiaramente portare a queste situazioni. Questo ha fatto avere alla pagina una valutazione media di 1,4/5.

Quanto è interessante?
15
Gerry Scotti apre pagina Facebook e ingloba tutte le altre a suo nome: il web insorge