Gigabyte risponde al calo della domanda delle GPU con taglio ai prezzi

Gigabyte risponde al calo della domanda delle GPU con taglio ai prezzi
di

La scorsa settimana Gigabyte, in occasione di una conferenza stampa tenuta con gli investitori, ha fatto il punto sul mercato delle schede grafiche. Il produttore si è concentrato sul calo della domanda delle schede grafiche e sull'impatto che questo potrebbe avere sui ricavi.

Secondo quanto affermato dai dirigenti, le spedizioni dovrebbero registrare un calo del 20 per cento nel corso del terzo trimestre del 2018, ed in risposta a tale trend la compagnia ha annunciato un taglio dei prezzi medi di vendita del 10 per cento.

Le ragioni per cui vi è stato questo crollo sono molteplici, ma la più significativa è da ricercare nel calo del mining per le criptovalute più popolari, con i minatori che si sono spostati verso metodi più efficienti. Il trend è cambiato drasticamente dallo scorso mese di Aprile, quando i prezzi avevano toccato picchi che avevano scoraggiato molti utenti dall'aggiornare i propri computer.

Per il secondo trimestre dell'anno, Gigabyte dovrebbe aver venduto circa 1 milione di unità di GPU, un quinto in meno rispetto al primo trimestre, quando tale dato si aggirava sugli 1,2 milioni di schede grafiche.

Gigabyte, per evitare altri crolli rovinosi, ha deciso di "concentrarsi maggiormente sulla promozione di schede grafiche per dispositivi di gioco da lanciare nella seconda metà del 2018".

Come sottolineato dal DigiTimes, probabilmente anche altre società come ASUS, MSI e Colorful sono sulla stessa barca di Gigabyte.

FONTE: Hexus
Quanto è interessante?
2