Un gigantesco asteroide "potenzialmente pericoloso" sta per passare vicinissimo alla Terra

Un gigantesco asteroide 'potenzialmente pericoloso' sta per passare vicinissimo alla Terra
di

Gli asteroidi sono “piccoli” corpi celesti dalle forme più disparate, che viaggiano nello spazio ad altissima velocità. In passato abbiamo già scoperto le dimensioni che dovrebbe avere un asteroide per distruggere la vita sulla Terra. Oggi analizzeremo il gigantesco asteroide che fra pochi giorni si avvicinerà al nostro pianeta.

Innanzitutto partiamo col rassicurare che, secondo il Center for Near Earth Object Studies della NASA, il corpo celeste, denominato 7335 (1989 JA), sfreccerà ad una notevole distanza dalla Terra e ci mancherà di circa 4 milioni di chilometri. L’oggetto cosmico, grande quattro volte l’Empire State Building, si avvicinerà al nostro pianeta il 27 maggio.

Per quanto l’enorme distanza che ci separerà da esso sia decisamente cospicua, la NASA ha deciso di classificarlo come “potenzialmente pericoloso” per la sua notevole mole. L’asteroide, infatti, possiede un diametro di 1,8km, e qualora la sua traiettoria dovesse cambiare, impattando la superficie terrestre, provocherebbe danni devastanti.

Secondo i rilevamenti della NASA, si tratta dell’asteroide di maggiori dimensioni che transiterà in prossimità della Terra quest’anno, viaggiando all’incredibile velocità di 76.000 km/h. Il prossimo incontro “ravvicinato” previsto con l’oggetto cosmico avverrà il 23 giugno 2055 ad una distanza ancora maggiore di quella odierna.

Uno degli svariati programmi di cui la NASA è fautrice è il monitoraggio dei cosiddetti NEO, ovvero i Near-Earth Object (oggetti vicini alla Terra). Si tratta di un’attività di monitoraggio di oggetti cosmici che transitano entro 48 milioni di Km dal nostro pianeta.

La maggioranza di tali corpi cosmici è di piccole dimensioni, ma l’asteroide in questione possiede una dimensione di molto superiore al normale, di circa il 99%. Oltre alle dimensioni gargantuesche, la particolarità di 7335 (1989 JA) è quella di essere annoverato nella classe di asteroidi nota come Apollo, la quale rappresenta gli oggetti cosmici orbitanti attorno al nostro Sole che transitano periodicamente nei pressi dell’orbita terrestre.

Il monitoraggio e lo studio della NASA su tali oggetti cosmici sono in continua evoluzione, come dimostrano i recenti lanci per valutare la possibilità di deviare in futuro asteroidi potenzialmente pericolosi diretti verso la Terra.

Tra questi, citiamo il velivolo Double Asteroid Redirection Test, lanciato nel novembre del 2021, che colliderà con l’asteroide Dimorphos il prossimo autunno. La collisione controllata non ha l’obiettivo di distruggere l’oggetto cosmico, ma di provare a modificarne la traiettoria.

Se in futuro un oggetto cosmico di grandi dimensioni entrasse in rotta di collisione con la Terra, l’avvento di tecnologie e progetti per proteggere il nostro pianeta da “attacchi planetari” potrebbe risparmiarci l’orribile fine toccata agli antichi dominatori della Terra, estinti a causa dell’impatto di Chicxulub lo sterminatore dei dinosauri.

Quanto è interessante?
6
Un gigantesco asteroide 'potenzialmente pericoloso' sta per passare vicinissimo alla Terra