Gionee dichiara bancarotta: ripercorriamo la storia dell'azienda

Gionee dichiara bancarotta: ripercorriamo la storia dell'azienda
di

Il noto produttore di smartphone Android Gionee ha ufficialmente dichiarato bancarotta per via dell'accumulo di miliardi di debiti. Per anni una delle più grandi aziende cinesi del settore, la società con sede a Shenzen nel 2012 deteneva il 4,7% del market share cinese (dati Gartner).

In particolare, stando anche a quanto riportato dai colleghi di GSMArena, un tribunale di Shenzhen ha accettato la richiesta di fallimento/liquidazione da parte di Huaxing Bank. Questo significa che potrebbe ancora esserci spazio per una riorganizzazione aziendale, che il fondatore Liu Lirong pensa si potrebbe mettere in atto nel giro di 3/5 anni. Nonostante questo, la situazione non è di certo rosea e in molti pensano che difficilmente la società cinese rivedrà il suo periodo d'oro (nel corso della sua attività, Gionee ha venduto oltre 40 milioni di unità). Pensate che il debito accumulato con oltre 600 creditori ammonta a 20,2 miliardi di CNY (circa 2,5 miliardi di euro).

C'è anche una storia particolarmente strana legata alla bancarotta di Gionee. Stando a diversi rumor apparsi online, la situazione potrebbe essere dovuta anche al gioco d'azzardo. Interrogato in merito, il fondatore Liu Lirong ha confermato di aver perso una cifra pari a 130 milioni di euro al casinò, ma non è chiaro se questo abbia svolto un qualche ruolo nella vicenda. Alcuni rumor online descrivevano una perdita ben più alta: 1,2 miliardi di euro.

Gionee è riuscita a guadagnarsi delle buone fette di pubblico negli ultimi 14 anni. Dal 2002, anno della sua fondazione, l'azienda cinese ha sempre cercato di espandersi fino ad arrivare anche in India e in altri mercati. Il mercato indiano è ancora molto importante per la società, visto che in questi giorni verranno lanciati due nuovi modelli.

Per quanto riguarda l'Italia, nel 2014 Gionee ha collaborato anche con l'azienda nostrana NGM. Un esempio della partnership è lo smartphone Android denominato Forward 5.5, che potete vedere nell'immagine presente qui sotto. Per il resto, nel corso degli anni la società ha effettuato diversi esperimenti interessanti. Gionee M2017 era uno smartphone con una batteria da 7000 mAh lanciato nel dicembre 2016, Gione Elife E8 era in grado di scattare foto a 100MP già nel maggio 2015 e Gionee W909 era un dispositivo a conchiglia, ad esempio. La società cinese era riuscita a farsi conoscere dagli appassionati soprattutto per via della particolare attenzione riposta nella durata della batteria dei suoi smartphone. Cosa succederà in futuro a Gionee? Staremo a vedere.

FONTE: GSMArena
Quanto è interessante?
3

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it

Gionee dichiara bancarotta: ripercorriamo la storia dell'azienda