Gli analisti sicuri: il Face ID ha dato ad Apple due anni di vantaggio sui rivali Android

di

iPhone X è stato senza dubbio uno degli smartphone più apprezzati dello scorso anno, nonostante il calo delle vendite registrato da Apple a causa del prezzo estremamente elevato. Di recente però hanno debuttato sul mercato anche altri dispositivi, come il Galaxy S9 di Samsung e tra sei giorni presenterà la propria offerta Huawei.

E' chiaro che l'ultimo fronte su cui stanno puntando i principali produttori è rappresentato dal riconoscimento facciale e le funzionalità legate alla realtà virtuale ed aumentata.

Un rapporto di Reuters però sostiene che il sistema Face ID incluso su iPhone X, che è stato lodato da molti per l'estrema precisione ed immediatezza d'utilizzo, riferisce che Apple avrebbe ottenuto ben due anni di vantaggio rispetto ai concorrenti Android, i quali dovranno aspettare almeno il 2019 prima di poter raggiungere lo stesso livello di precisione. Nel futuro prossimo, quindi, i moduli che effettuano la scansione tridimensionale dei volti diventeranno parte integrante nel modo attraverso cui interagiamo con i nostri dispositivi, non solo per sbloccarli, ma anche per effettuare pagamenti in mobilità, oltre che per il rilevamento dei gesti e per utilizzare tutte le applicazioni collegate alla realtà aumentata.

Il rapporto cita tre case produttive: Viavi Solutions Inc, Finisar Corp ed Ams AG, affermando che l'adozione massiccia su Android dei sistemi di riconoscimento e rilevamento tridimensionali non avverrà fino all'anno prossimo. La mossa riguarda chiaramente aziende cinesi come Huawei, Xiaomi, ma anche altre altre.

Anche Samsung, che in realtà ha battuto sul tempo Apple con il riconoscimento facciale (seppur con una versione più acerba, migliorata con il Galaxy S9), non otterrà un vero rivale del Face ID fino al 2019.

Fondamentalmente, in molti credono che l'adozione sarà simile a quanto avvenuto nel 2013 con il Touch ID, il sistema di riconoscimento delle impronte digitali che poi è divenuto uno standard in tutti gli smartphone, sia top di gamma che no.

Alla base del successo del Face ID di Apple ci sarebbe un accordo con una catena di approvvigionamento, Finisar, da 390 milioni di Dollari che ha ad oggetto l'acquisto dei laser VCSEL, una componente fondamentale nel modulo 3D per la fotocamera frontale di iPhone X.

FONTE: cultofmac
Quanto è interessante?
2