Gli astronauti ci spiegano perché nessuno ha messo piede sulla Luna in oltre 45 anni

Gli astronauti ci spiegano perché nessuno ha messo piede sulla Luna in oltre 45 anni
di

Una delle domande più frequenti che molte persone si fanno quando si parla di Spazio è la seguente: "Perché in oltre 45 anni non siamo più stati sulla Luna?". Ebbene, alcuni astronauti hanno deciso di spiegarci nel dettaglio le motivazioni.

D'altronde, la più recente missione con equipaggio umano sulla Luna è avvenuta nel dicembre 1972. Stiamo parlando di Apollo 17, che portò quattro persone sulla superficie lunare. Da allora, nessuno ha più messo piede lì e l'uomo non dispone ancora di una base permanente sulla Luna e sembra che tutti si stiano concentrando su Marte.

Per questo motivo, i colleghi di Business Insider hanno deciso di raccogliere le dichiarazioni di diversi astronauti in merito, riguardanti le motivazioni dietro il tutto. "Una stazione di ricerca umana permanente sulla Luna è il prossimo passo logico, sono solo tre giorni di distanza, possiamo permetterci di sbagliare e non uccidere tutti", ha dichiarato l'ex astronauta Chris Hadfield.

Allora, se è fattibile, perché non abbiamo ancora una base lunare e non siamo nemmeno tornati lì? Ebbene, molti astronauti sono concordi nell'affermare che si tratti di una questione esclusivamente di tipo economico. Infatti, una legge firmata a marzo 2017 dall'attuale presidente degli Stati Uniti Donald Trump, garantisce alla NASA un budget annuale di circa 19,5 miliardi dollari, con la cifra che potrebbe essere portata a 19,9 miliardi nel 2019.

Potrebbero sembrare cifre molto alte, e lo sono, ma il progresso spaziale ha bisogno di ben altre somme per portare a termine i suoi obiettivi. Per farvi un esempio, le forze armate statunitensi (Guardia costiera USA esclusa) ottengono ogni anno un "finanziamento" di circa 600 miliardi di dollari. Sì, avete capito bene.

"La porzione del budget federale della NASA ha raggiunto il picco del 4% nel 1965. Negli ultimi 40 anni è rimasta al di sotto dell'1% e negli ultimi 15 anni è stato solamente il 0,4%", aveva dichiarato l'astronauta della missione Apollo 7, Walter Cunningham, nel 2015.

Nonostante questo, l'astronauta Jeffrey Hoffman crede che alla fine si riuscirà lo stesso a portare a termine le missioni per la Luna e per Marte, ma non grazie alla NASA. "C'è questa generazione di miliardari che va matta per lo Spazio, il che è fantastico. [...] L'innovazione che è andata avanti negli ultimi 10 anni nel volo spaziale non sarebbe mai accaduta se fosse esistita solamente la NASA". Hoffman si riferisce chiaramente al lavoro di società private come la nota SpaceX di Elon Musk.

Insomma, il fattore economico è un concreto ostacolo per il progresso spaziale, ma i privati potrebbero un giorno aver la meglio sulla NASA.

Quanto è interessante?
21
Gli astronauti ci spiegano perché nessuno ha messo piede sulla Luna in oltre 45 anni