Gli scienziati: "c'è acqua su una luna di Giove, ora cercheremo la vita"

di

Gli scienziati hanno confermato che i getti di vapore che si sollevano da Europa, una delle lune di Giove più affascinanti, sono generati dalla presenza di acqua liquida sotto la superficie ghiacciata. La scoperta arriva venti anni dopo la missione della NASA, che aveva portato la sonda Galileo su Giove e le sue lune.

Lo straordinario studio è stato pubblicato dalla rivista Nature Astronomy, ed è stato condotto dal gruppo dell'Università del Michigan, supervisionato da Xianzhe Jia.

Immediati i commenti anche dall'Agenzia Spaziale Italiana. Angelo Zinzi ha affermato che "finora solo alcune osservazioni del telescopio spaziale Hubble avevano fatto pensare alla presenza di tali getti su Europa", ma i nuovi dati hanno confermato le osservazioni fatte nel 2012 e 2016, anche dallo stesso telescopio. Intorno a questo tema si era scatenato un vero e proprio dibattito tra studiosi, ma lo studio lascia poco spazio alle interpretazioni.

Galileo nel 1997 aveva raccolto una vasta quantità di dati nel corso degli otto passaggi progettati dalla NASA per studiare Europa. Zinzi, a tal proposito, ha confermato che "la sonda si è avvicinata a meno di 400 chilometri dalla superficie e, sia il suo magnetometro sia lo spettrometro per onde di plasma, hanno mostrato cambiamenti repentini rispettivamente nel campo magnetico e nella densità di plasma elettronico". Secondo il ricercatori, tali cambiamenti "fanno pensare a un effetto dovuto al passaggio della Galileo proprio in un getto proveniente dalla superficie di Europa".

La scoperta potrebbe avere delle implicazioni molto importanti sui futuri scenari e missioni, e molti ricercatori hanno già fatto sapere che il prossimo obiettivo sarà la ricerca della vita.

Quanto è interessante?
11