Gli utenti sono soddisfatti di iPhone X, ma stroncano Siri

di

La società specializzata in ricerche di mercato Creative Strategies ha condotto lo scorso mese un nuovo sondaggio allo scopo di quantificare il tasso di soddisfazione dei possessori di iPhone X, che si aggira intorno al 97 per cento, soprattutto tra i primi utilizzatori dello smartphone negli Stati Uniti. Tuttavia, non mancano le note dolenti.

Ma veniamo ai dati veri e propri della ricerca.

L'85 per cento degli intervistati si è detto "molto soddisfatto" di iPhone X, un dato definito da Ben Banjarin della compagnia "tra i più alti" mai registrati in tutti gli studi condotti sui prodotti d'alta tecnologia.
Il 12 per cento degli intervistati ha invece dichiarato di essere "soddisfatto" dell'ultimo top di gamma di Apple, mentre i il tre per cento si è detto non convinto dal cellulare.

La stessa compagnia rivela che nel 2015 la società di ricerca Wristly aveva condotto un sondaggio sul primo modello di Apple Watch, il quale aveva registrato un tasso di soddisfazione complessivo del 97 per cento, ma solo il 66 per cento degli intervistati si era detto "molto soddisfatto".

Nel corso della conference call tenuta per annunciare i risultati finanziari, l'amministratore delegato di Apple Tim Cook aveva affermato che iPhone X ha un tasso di soddisfazione del 99 per cento, ma aveva citato uno studio di 451 Research che secondo Creative Strategies si baserebbe un numero inferiore di intervistati.

Creative Strategies, nella fattispecie, sostiene di aver intervistato 1.746 persone, che hanno fornito delle analisi molto interessanti sul dispositivo.

L'iPhone X ha registrato tassi di soddisfazione molto elevati in tutte le are tranne una. In particolare, ad essere molto apprezzate sono il Face ID e la durata della batteria, mentre è stata stroncato del tutto Siri, che ha registrato un tasso di soddisfazione solo del 20 per cento.

La scelta di intervistare gli early adopters è da imputare al fatto che secondo Creative Strategies questa fascia di utenti tende ad essere più critica rispetto ai tradizionali utenti.

Apple ha quindi ampiamente perso il vantaggio che aveva ottenuto con Siri nel settore dell'intelligenza artificiale, al punto che anche altre ricerche di recente hanno affermato che l'assistente è diventato un "grosso problema" per Apple, essendo "limitato rispetto alla concorrenza", rappresentata da Amazon Alexa e Google Assistant.

Immediata è arrivata la risposta di Apple,

Un portavoce ha sottolineato che Siri è "l'assistente vocale più popolare al mondo" che nelle ultime versioni ha registrato "miglioramenti significativi" alle prestazioni, alla scalabilità ed all'affidabilità. Miglioramenti che, evidentemente, gli utenti ancora non hanno visto dal momento che l'hanno stroncato.

FONTE: MacRumors
Quanto è interessante?
2
Gli utenti sono soddisfatti di iPhone X, ma stroncano Siri