Un "Glitch" in una stella a neutroni ci ha svelato un dettaglio nascosto

Un 'Glitch' in una stella a neutroni ci ha svelato un dettaglio nascosto
di

Le stelle di neutroni non sono solo uno degli oggetti più densi nell'Universo, ma ruotano molto velocemente e in modo incredibilmente regolare. Fino a quando non smettono di farlo.

Occasionalmente, queste stelle di neutroni iniziano a ruotare più velocemente, a causa di porzioni dell'interno della stella che si muovono verso l'esterno. Si chiama "glitch", e fornisce agli astronomi una breve visione di ciò che si trova all'interno di questi oggetti misteriosi.

In un articolo pubblicato oggi sulla rivista Nature Astronomy, un team della Monash University, l'ARC Center of Excellence for Gravitational Wave Discovery (OzGrav), la McGill University in Canada e l'Università della Tasmania, hanno studiato la Pulsar Vela, una stella di neutroni nel cielo meridionale, distante 1.000 anni luce.

Secondo il dott. Greg Ashton, della Monash School of Physics and Astronomy, Vela è importante non solo perché solo il 5% delle pulsar possiede fenomeni di questo tipo, ma anche perché i "glitch" di Vela avviene circa una volta ogni tre anni. Che è sufficientemente spesso.

Rianalizzando i dati dalle osservazioni del glitch di Vela del 2016, il Dr. Ashton e il suo team hanno scoperto che, durante il glitch, la stella ha effettivamente iniziato a girare più velocemente, prima di rilassarsi nello stato finale.

Secondo il Dr. Lasky è particolarmente importante perché, per la prima volta, gli scienziati hanno dato uno sguardo all'interno della stella, rivelando che in realtà ha tre diversi componenti.

"Uno di questi componenti, una zuppa di neutroni superfluidi nello strato interno della crosta, si muove per primo verso l'esterno e colpisce la crosta esterna rigida della stella facendola roteare", ha detto il dott. Lasky. "Ma poi, una seconda zuppa di superfluido che si muove nel nucleo raggiunge la prima facendo rallentare la rotazione della stella. Questo superamento è stato previsto un paio di volte in letteratura, ma questa è la prima volta che è stato identificato nelle osservazioni", ha detto.

È presente però un'anomalia, secondo il Dr. Ashton.

"Immediatamente prima del glitch, abbiamo notato che la stella sembra rallentare la sua velocità di rotazione", ha detto il dott. Ashton.

"In realtà non abbiamo idea del perché, è la prima volta che viene visto."

Onesto!

Servirà quindi uno studio più approfondito e anche un ragionamento teorico che provi a spiegare questo comportamento non previsto, per ora non possiamo che accontentarci della sincerità del Dott. Ashton.

FONTE: Phys.org
Quanto è interessante?
5