Google abbandona lo scetticismo: iniziati i lavori su blockchain e Web 3.0

Google abbandona lo scetticismo: iniziati i lavori su blockchain e Web 3.0
di

La scorsa settimana vi abbiamo raccontato che Google sta per lanciarsi nel VR. Oggi, invece, emerge che l'azienda di Mountain View starebbe lavorando anche ad una serie di servizi per gli utenti basati sulla blockchain, al punto da dedicare a questi ultimi un team di sviluppo completamente nuovo.

Nello specifico, la compagnia vorrebbe rendere la sua piattaforma Google Cloud il leader nei servizi legati al Web 3.0, convincendo gli sviluppatori che lavorano con le tecnologie legate a quest'ultimo a rivolgersi direttamente a Big G per lo sviluppo e il mantenimento di soluzioni web legate alla blockchain.

Il Vicepresidente di Google Cloud Amit Zavery ha spiegato alla CNBC che "Non stiamo cercando di far parte del mondo delle criptovalute, almeno non direttamente. Vogliamo invece garantire tecnologie per le compagnie che desiderano farne uso e trarre vantaggio dalla natura distribuita del Web 3.0 nei loro settori di affari e di impresa".

In una mail allo staff, lo stesso Zavery ha spiegato che il mercato del Web 3.0 sta dimostrando di "avere già un potenziale enorme, con molti clienti che ci chiedono di aumentare il nostro supporto per quest'ultimo e per le tecnologie legate al mercato crypto". Quello di Google è un approccio tardivo alla blockchain: nel 2018, infatti, l'azienda ha deriso i miner e le criptovalute, salvo poi tornare sui propri passi lo scorso gennaio, quando è stato annunciato un team Google Labs concentrato sulla blockchain.

Pare che Google speri di recuperare il tempo perso impiegando ingegneri già esperti nella blockchain, che hanno lavorato con quest'ultima durante le proprie esperienze in altre realtà aziendali o per puro interesse personale mentre si dedicavano ad altri progetti presso Google. Non è comunque chiaro cosa intenda fare Google per migliorare i suoi servizi relativi al Web 3.0, anche se pare che la compagnia stia cercando di concorrere con Amazon Web Services nel settore.

FONTE: engadget
Quanto è interessante?
2