Google, in arrivo i primi strumenti anti-spam per Google Drive

Google, in arrivo i primi strumenti anti-spam per Google Drive
di

Mentre attendiamo l'arrivo del nuovo aggiornamento di sicurezza per alcuni servizi Google, sembra proprio che il colosso di Mountain View abbia deciso di affrontare di petto l'annoso problema dello spam su Google Drive.

Una problematica, quella dello spam, che attanaglia la piattaforma di archiviazione da tantissimo tempo. Alla radice troviamo la totale assenza di filtri antispam, poiché Google Drive è stato sviluppato con ben altri presupposti in mente.

In una nota ufficiale, Google ha finalmente annunciato l'arrivo di un primordiale sistema di filtraggio, ovvero il blocco degli utenti. Nelle prossime settimane, Google Drive ci permetterà infatti di bloccare singoli indirizzi email con un semplice tap, accessibile anche direttamente dalla notifica di condivisione.

Naturalmente si tratta solo di un inizio, un punto di partenza per una battaglia che ci auspichiamo possa allargarsi su più fronti, sino ad arrivare a un efficace sistema di prevenzione che non preveda un ruolo attivo dell'utente solo a condivisione avvenuta.

Bloccare un indirizzo che genera spam infatti non può essere una soluzione definitiva, poiché la creazione di nuovi indirizzi richiede davvero pochi secondi. Allo stesso modo, non possiamo dire che tutti gli utenti siano stati coinvolti con la stessa intensità da questo problema nel corso della loro esperienza con Google Drive. Questa problematica infatti, è correlata anche e soprattutto alla diffusione del nostro indirizzo email in rete.

Nel frattempo, Google ha lanciato il guanto di sfida a TikTok con l'arrivo di YouTube Shorts.

Quanto è interessante?
3