Google, causa in Arizona: "traccia illegalmente la posizione degli smartphone Android"

Google, causa in Arizona: 'traccia illegalmente la posizione degli smartphone Android'
di

Il procuratore generale dell'Arizona, Mark Brnovich, ha intentato causa nei confronti di Google per aver tracciato illegalmente in background la posizione degli utenti con alcune funzionalità in Android, tra cui il meteo e le ricerche web effettuate con Chrome, anche dopo che l'utente aveva disabilitato la funzione.

"Sebbene Google affermi di aver ottenuto il consenso per la raccolta ed archiviazione dei dati dei propri utenti, tale consenso si basa su un'interfaccia utente fuorviante, nonchè su altri atti e pratiche ingiuste ed ingannevoli" si legge nella causa.

Secondo il Procuratore, Google avrebbe utilizzato i dati ottenuti attraverso il sistema di tracciamento per mostrare ai residenti in Arizona annunci pubblicitari mirati, sebbene questi non avessero acconsentito esplicitamente a tale pratica.

Nel documento Brnovich osserva anche che Google modificherebbe le autorizzazioni sulla privacy senza avvisare esplicitamente gli utenti, ed anche le impostazioni del WiFi sarebbero fuorvianti in quanto devono essere disabilitate in due parti dell'interfaccia grafica per fare in modo che non possa ottenere informazioni sulla posizione.

La richiesta presentata ai danni del motore di ricerca prevede il rimborso di tutti i profitti ottenuti attraverso questa pratica, per un totale di centinaia di milioni di Dollari.

Jose Castaneda, un portavoce di Google, parlando con l'Associated Press, ha affermato che la società "non vede l'ora di mettere in chiaro le cose. Abbiamo sempre integrato funzionalità per proteggere la privacy degli utenti nei nostri prodotti, e fornito solidi controlli sui dati della posizione".

FONTE: Techradar
Quanto è interessante?
2