Google chiuderà il motore di ricerca se dovrà pagare gli editori: accade in Australia

Google chiuderà il motore di ricerca se dovrà pagare gli editori: accade in Australia
di

Sono passate poche ore dalla notizia relativa all'accordo tra Google e gli editori francesi, che prevede che il colosso di Mountain View paghi questi ultimi per gli snippet, ovvero le "sintesi" degli articoli. Nonostante questo, a quanto pare una situazione simile potrebbe concludersi in altro modo in Australia.

In particolare, stando anche a quanto riportato da PCMag, Reuters e The Washington Post, la società di Sundar Pichai ha avvertito che potrebbe disabilitare il suo motore di ricerca in Australia. Questo avverrebbe nel caso entri in vigore una legge legata al pagamento degli editori per quel che concerne la comparsa dei loro articoli nei risultati di ricerca. In ogni caso, la legge coinvolta non fa riferimento solamente a Google, ma anche a Facebook e altre realtà del mondo del Web. L'obiettivo sembra essere quello di far pagare a queste grandi società i diritti per l'utilizzo dei contenuti.

A quanto pare, la legge prevedrebbe che Google e le altre società coinvolte negozino i pagamenti legati ai diritti relativi ai contenuti con le realtà locali. Nel caso in cui le parti non trovassero un accordo, le autorità potrebbero decidere il prezzo. Questo ha portato la società di Mountain View ad affermare che, nel caso la legge diventasse effettiva, non ci sarebbe altra soluzione che chiudere il servizio in Australia.

Le affermazioni di Google non lasciano ben sperare per chi ha proposto la legge, dato che il colosso delle ricerche potrebbe causare non pochi problemi agli australiani non rendendo più accessibile il suo servizio. Insomma, si tratta sicuramente di una situazione spinosa e non è chiaro se alla fine si troverà un accordo tra le parti.

FONTE: PCMag
Quanto è interessante?
4
Google chiuderà il motore di ricerca se dovrà pagare gli editori: accade in Australia