Google Chrome aggiunge il multi-account nella sua ultima beta

di

Il browser della compagnia di Mountain View è entrato da relativamente poco tempo nella mischia dei nuovi browser ma ha guadagnato rapidamente un'ottima base di utenza grazie alla versatilità dei servizi offerti da Google e sopratutto dalla rapidità di avvio del programma e di caricamento delle pagine. Con le sue varie versioni Chrome ha aggiunto sempre più frecce al suo arco e oggi è il turno del multi-account. Con l'ultima beta infatti è possibile creare una serie di utenti, come avviene per esempio su un sistema operativo, ognuno dei quali con i suoi preferiti, le sue personalizzazioni, la sua pagina d'apertura e le sue estensioni.

Sulla pagina dedicata ai canali di distribuzione possiamo decidere quale versione del browser scaricare: la versione stabile, pensata per gli utenti meno smaliziati che vogliono un browser testato in tutto e per tutto; la versione beta, canale sul quale arrivano in anteprima nuove funzioni e caratteristiche come appunto quella del multi-account, testate ma non ancora pronte per un rilascio ufficiale; la versione sviluppatore, dove vengono inserite su base quasi quotidiana novità non testate ma con un buon margine di sicurezza sulla stabilità. La versione Canary invece è una versione stand-alone di Google Chrome che riceve aggiornamenti costanti e in tempo reale, non testati e che rischiano di rendere inutilizzabile il browser (proprio per questo è un'installazione indipendente dalla principale), buona per chi ha bisogno di tenere il proprio sito web sempre perfettamente compatibile con le nuove versioni del browser di Mountain View.

Quanto è interessante?
0
Google Chrome aggiunge il multi-account nella sua ultima beta