Google Chrome potrebbe consumare meno RAM su Windows 10 grazie al May 2020 Update

Google Chrome potrebbe consumare meno RAM su Windows 10 grazie al May 2020 Update
di

Dopo tanti anni di richieste e proteste da parte degli utenti, finalmente Google Chrome su Windows 10 potrebbe arrivare un punto di svolta. Secondo quanto riferito da vari siti, con il May 2020 Update per Windows 10 Microsoft potrebbe aver risolto il problema dell'eccessivo consumo di RAM da parte del browser.

Il pacchetto infatti porta con se alcuni miglioramenti in termini di gestione della RAM per tutte le applicazioni Win32, tra cui figura proprio Chrome. Secondo quanto notato da uno sviluppatore, infatti, la società di Redmond avrebbe silenziosamente introdotto una funzione nota come "SegmentHeap" che "riduce l'utilizzo generale della memoria" sulla versione 2004 (e successive) di Windows 10.

Su browser come Edge è stato riportato un calo del 27% della memoria volatile, e dal momento che il browser di Microsoft si basa su Chromium, proprio come Google Chrome, è lecito attendersi benefici di questo tipo anche dalla controparte del motore di ricerca.

Uno sviluppatore su GoogleSource ha notato che implementando il SegmentHeap nel processo chrome.exe sarebbe possibile risparmiare centinaia di megabyte di RAM.

Anche le stesse software house si sono dette d'accordo sui benefici portati da questa novità, ma non hanno diffuso alcuna informazione in merito all'implementazione della funzione nella versione stabile di Chrome. E' probabile che bisognerà attendere ancora un pò.

FONTE: Gizmochina
Quanto è interessante?
4