Google Chrome: il prossimo aggiornamento segnerà la fine degli ad-blocker?

Google Chrome: il prossimo aggiornamento segnerà la fine degli ad-blocker?
di

L'Electronic Frontier Foundation si è duramente scagliata contro Google ed ha esortato il colosso di Mountain View ad ascoltare le proprie richieste in merito alle nuove API Manifest V3 che saranno lanciate da Gennaio 2022 in Chromium e potrebbero mettere definitivamente ko gli ad-blocker.

Dell'eventualità si era parlato qualche anni fa, nel 2019, quando Google aveva annunciato ufficialmente Manifest V3 per Google Chrome. Le nuove API, secondo Big G, porteranno a miglioramenti per la privacy, la sicurezza e le prestazioni del browser ma non è d'accordo l'EFF che in una nota ha spiegato che "i cambiamenti in Manifest v3 non fermeranno le estensioni dannose, ma danneggeranno l'innovazione, ridurranno le capacità di estensione e danneggeranno le prestazioni del mondo reale".

Secondo l'EFF, Manifest V3 potrebbe rendere inutilizzabili plugin per Chrome come uBlock Origin e Privacy Badger, costringendo gli sviluppatori a rielaborare il codice delle loro estensioni per portare sul mercato varianti meno potenti ed efficaci.

Ciò dovrebbe riguardare anche le estensioni come Ad-Block Plus e simili, che hanno lo scopo di rimuovere le pubblicità dalle pagine web. La api declarativeNetRequest di ManifestV3 infatti prevede che gli ad-blocker possano entrare in azione solo di fronte a richieste specifiche, e Google ha giustificato questa scelta affermando che è necessario "annacquare" le capacità delle estensioni di Chrome per fare in modo che gli sviluppatori non abusino dei permessi di osservare ed alterare i contenuti delle pagine. Questo chiaramente si applica anche agli ad-blocker, che quindi potrebbero diventare praticamente inefficaci in quanto poco adattabili.

Tra le altre modifiche tecniche presenti in Manifest V3 ce ne sono alcune che vanno ad influire su ciò che possono fare le estensioni, come sostituire le pagine in background.

E' doveroso notare che tali modifiche non si applicheranno solo a Google Chrome in se, ma anche ai browser basati su Chromium, come il nuovo Microsoft Edge.

Quanto è interessante?
6