Google Chrome riceve un editor PDF gratuito grazie a Adobe

Google Chrome riceve un editor PDF gratuito grazie a Adobe
di

Google Chrome ha ricevuto il tema scuro su PC dopo diversi mesi di attesa, ma non è l’unica, importante funzionalità che il browser ottiene. Per la gioia di molti utenti, finalmente Chrome ha ricevuto un nuovo editor PDF gratuito firmato Adobe, grazie a un recente aggiornamento all’estensione ufficiale.

Da diverso tempo, nel Chrome Web Store è disponibile l’estensione gratuita Adobe Acrobat con diversi strumenti utili alla corretta visualizzazione dei PDF. La società statunitense ha però annunciato un update importante che porta con sé quello che viene definito come “il set più completo di strumenti PDF, direttamente nel browser”. In altre parole, scaricando l’estensione ufficiale sarà possibile evitare il download e utilizzo del software Adobe Acrobat per desktop.

Tra gli strumenti inclusi troviamo per esempio l’aggiunta di commenti, tratti evidenziati, disegni, sottolineature, firme digitali e la compilazione di moduli, ma anche modifiche nella visualizzazione come ruotare le pagine PDF, eliminarle o anche riordinarle. Non mancheranno inoltre opzioni per convertire il PDF in file Microsoft Word, oppure convertire pagine web in PDF senza perdere il layout o i collegamenti ad altre pagine.

Tutto ciò sarà disponibile anche su Microsoft Edge, browser concorrente che godrà anche di una funzione aggiuntiva detta “salva come PDF” accessibile con un semplice clic del mouse. Ancora, nel caso di Edge ci sarà una feature che garantirà continuità nell’utilizzo e visualizzazione di file PDF nel browser, coordinandosi con lo strumento di visualizzazione già integrato al browser.

Insomma, tante novità su più fronti che faranno piacere a moltissimi utenti. Tutto ciò che bisogna fare è semplicemente scaricare l’estensione tramite Chrome Web Store.

Sempre a proposito del browser del colosso di Mountain View, a fine settembre Google Chrome si è aggiornato alla versione 94, con diverse novità lato design e non solo.

FONTE: TechRadar
Quanto è interessante?
2