Google e la realtà virtuale hanno aiutato le operazioni dei chirurghi

di

I dottori polacchi sono appena diventati i primi al mondo ad avere utilizzato la realtà virtuale ed una applicazione appositamente progettata per sbloccare una arteria coronaria.

Anziché utilizzare la comune tecnica che fa uso di immagini 2D ai raggi X come guida, i chirurghi sono stati capaci di guardare invece ad una rappresentazione dell’arteria in 3D, tramite i Google Glass. Ciò che vedevano poteva essere manipolato per meglio assicurarsi in che punto l’arteria doveva essere ripulita. Le tecniche standard in questo caso possono facilmente essere tendenti al fallimento, mentre la realtà virtuale ha facilitato il tutto:
Questo caso dimostra come l’applicazione dei device indossabili nelle sale operatorie può chiaramente – e già allo stato attuale – portare chiari benefici e guidare più concretamente i dottori che si occupano di un intervento. Uno degli aspetti più importanti dell’uso dei Google Glass è stato quello dei comandi vocali, perché sono stati questi ultimi che hanno permesso a chi di dovere di effettuare manipolazioni sull’immagine 3D ricreata, come rotazioni o zoom, senza usare le mani.

Quanto è interessante?
0
Google e la realtà virtuale hanno aiutato le operazioni dei chirurghi