Google - FCA: a breve l'ufficialità della partnership

di
Sarebbe ormai questione di giorni, secondo molti addirittura ore, la chiusura dell'accordo tra Google e Fiat Chrysler Automobilies. Dopo i rumor iniziali, pubblicati da AutoExtremist.com, sono arrivate le prime conferme anche dal Wall Street Journal e dall'amministratore delegato del gruppo, Sergio Marchionne.

Il dirigente italiano, infatti, parlando con alcuni giornali specializzati, ha espresso tutto il suo entusiasmo per le automobili a guida autonoma, al punto di essere disposto “a siglare un patto con il diavolo”, appunto Google. Ulteriori conferme sulla vettura autonoma targata Big G – Fiat sono arrivate anche lo scorso anno, quando Marchionne, nel corso del suo viaggio nella Silicon Valley, aveva incontrato Tim Cook di Apple, ed Elon Musk di Tesla, ed aveva anche provato la Google Car.
Nel corso di un'intervista, il dirigente del gigante di Torino aveva lasciato intendere come con colossi come Google sia necessario scendere a patti e trovare un modello di business conveniente, piuttosto che mettersi in concorrenza: “voglio essere completamente aperto alla tecnologia. Il prossimo paradigma di questo business sarà la cooperazione tecnologica con chi fa innovazione. Google rappresenta a pieno questo modello, così come Apple ed Uber. Tutto ruota intorno all'accesso completo alle informazioni su ciò che le persone fanno dentro l'auto. Il tempismo però è essenziale. Dobbiamo cercare di stabilire una connessione al più presto: noi costruiamo i veicoli, e loro sviluppano le tecnologia” ha affermato il CEO. Dichiarazioni che lasciano presagire una chiusura dell'accordo ormai imminente.