Google Fuchsia rilasciato su tutti i Nest Hub di prima generazione

Google Fuchsia rilasciato su tutti i Nest Hub di prima generazione
di

A metà maggio 2021 Google ha rilasciato Fuchsia OS su Nest Hub avviando la prima fase di test della versione 1.0 del nuovo sistema operativo negli Stati Uniti. Dato il suo successo, Big G ha deciso di espandere l’aggiornamento a Fuchsia a tutti i Nest Hub di prima generazione.

Come riportato anche da 9to5Google, la distribuzione del nuovo firmware Fuchsia su qualsiasi Nest Hub di prima generazione attivo è stata avviata “silenziosamente” tra la fine della scorsa settimana e l’inizio di quella corrente, quando la società di Mountain View ha anche aggiornato una pagina di supporto dedicata completamente all’annuncio dell’update sia per gli utenti iscritti al programma Preview che per tutti gli altri utenti possessori di tale dispositivo IoT.

Il firmware in questione raggiungerà autonomamente i dispositivi Nest Hub interessati, senza la necessità di input specifici per avviare il download e l’installazione dell’aggiornamento. Molti utenti, dunque, potrebbero avere già disponibile il sistema operativo Fuchsia al posto del precedente Cast OS basato su Linux.

Tra l’altro, come affermato dall’azienda stessa il passaggio è avvenuto in modo tale da non rendere evidente alcuna differenza tra i due sistemi e non causare disguidi con il tipico e corretto utilizzo di Nest Hub. A dimostrare l’efficacia di questa transizione è il fatto che tanti utenti non hanno notato differenze tra Cast OS e Fuchsia oltre a miglioramenti nelle performance; insomma, l’obiettivo di Big G è stato raggiunto!

Se siete curiosi e volete sapere se avete Fuchsia OS installato vi basterà recarvi nelle impostazioni del dispositivo, nello specifico nella scheda About Device e controllare la stringa di numeri della versione del software: se risulterà particolarmente lunga, ovvero se conterà circa 14 cifre, allora vorrà dire che Fuchsia è installato.

In precedenza abbiamo anche visto come funziona Fuchsia su Nest Hub nel dettaglio, grazie a un ottimo video esplicativo proprio di 9to5Google.

FONTE: 9to5Google
Quanto è interessante?
2