Google lancia Android Oreo Go, la versione per i dispositivi di fascia bassa

di
Google nella nottata ha rilasciato, per gli OEM, la Go Edition di Android Oreo. Si tratta di una versione del proprio sistema operativo mobile che sarà messa a disposizione dei produttori di smartphone e dispositivi basati sul robottino verde, ma di fascia bassa.

Il motore di ricerca, in concomitanza con il lancio di questa nuova versione dell'OS, ha anche annunciato una nuova serie "rielaborata" delle Google apps: Google Go, Go Maps, Gmail, Go, YouTube Go, Google Assistant Go, Go Files, Gboard, Chrome, e Play.

Android Go era stato già annunciato dal motore di ricerca nel corso dell'I/O di inizio anno, come una speciale configurazione di Android 8.1 Oreo, indirizzata appunto ai dispositivi di fascia bassa. Questa versione è destinata a tutti i dispositivi con meno di 1 gigabyte di RAM, ed utilizza meno memoria sul dispositivo, oltre che meno spazio, il tutto per girare in maniera liscia su tutti quei devices di fascia bassa.

L'obiettivo che si prepone Google attraverso Android Go è di portare il proprio sistema operativo "sul prossimo miliardo di dispositivi". "Ad oggi, solo circa la metà delle persone sono connesse ad internet, e quando accederanno per la prima volta, lo faranno attraverso lo strumento più immediato che è attualmente presente sul mercato: lo smartphone" continua la compagnia di Mountain View.

E dal momento che questi non sono mercati in lingua inglese, Android Go potrà supportare qualsiasi lingua nativa.

A livello puramente tecnico, Android Go porterà dei miglioramenti sensibili al compilatore del sistema operativo. Google sostiene che la Go Edition di Oreo utilizzerà il 50% di spazio in meno rispetto ad Android 7.0 Nougat, e "l'applicazione media sarà il 15% più veloce sui dispositivi basati su Android Oreo Go".