Google lancia il proprio network mobile per Nexus 6

di

Le voci che parlavano di un imminente debutto del servizio wireless di Google trovano conferma. Il colosso dei motori di ricerca, infatti, diventa a tutti gli effetti un operatore di telefonia mobile grazie a Project Fi che, come descritto dallo stesso motore di ricerca sul proprio blog ufficiale, avrà un funzionamento simile al programma Nexus e “ci permetterà di lavorare a stretto contatto con i principali operatori, produttori di hardware e soprattutto con gli utenti”.

Il servizio è disponibile solo per il Nexus 6, e richiederà una scheda SIM speciale per poter funzionare. Google afferma che al momento Project Pi è in una sorta di fase pilota e terminata questa funzionerà anche con gli altri smartphone.
L'offerta si articola in questo modo: gli utenti pagheranno un canone mensile che viene fornito con una quantità prestabilita di dati. Se gli utenti non riescono ad utilizzarli tutti, Google provvederà ad effettuare il rimborso. Il pacchetto prevede il pagamento di 10 Dollari al mese per ogni gigabyte richiesto: “dal momento che è difficile prevedere l'utilizzo dei dati reali, provvederemo ad effettuare il rimborso per quelli non utilizzati. Ad esempio, se gli utenti pagheranno 30 Dollari per 3 gigabyte, e poi ne utilizzano solo 1,4, riceveranno un rimborso da 16 Dollari”.
Tutto ciò è stato possibile grazie agli accordi stretti con T-Mobile e Sprint, ed i clienti avranno accesso ad entrambe le reti ed il servizio di Google sarà talmente intelligente da passare da una rete all'altra per mantenere la potenza del segnale. “Abbiamo sviluppato una nuova tecnologia che garantisce una migliore copertura e si connette in automatico alla rete più veloce, si tratti di WiFi o una delle reti LTE dei nostri partner”, afferma Google. Project Fi supporta anche le chiamate vocali, gli SMS ed il tethering WiFi ed utilizza delle crittografie sicure per garantire la protezione dei dati personali degli utenti. 

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
0