Google, Mozilla e Cisco annunciano il nuovo codec gratuito AV1

di

Storicamente, la presentazione e lancio di un nuovo codec di compressione video richiede molto tempo prima di raggiungere un determinato livello di diffusione. Google, Apple, Netflix, Microsoft, Intel, Amazon ed una serie di altre società si sono impegnate affinchè il nuovo standard AOMedia Video Codec 1.0 (AV1) si muova più velocemente.

Le compagnie che vi mostriamo nell'infografica in calce, infatti, hanno annunciato una massiccia collaborazione per sviluppare la versione 1.0 del codec AV1, ma soprattutto per aumentare da subito la distribuzione ed adozione sia in termini di creazione filmati che riproduzione.

Con il nuovo AV1, il gruppo promette di offrire video UHD 4Kin streaming utilizzando il 30 per cento di dati in meno. Si tratta di un passo in avanti significativo che dovrebbe rappresentare un miglioramento importante anche sugli hardware più datati, su cui si tradurrà in tempi di avvio più rapidi, meno buffering ed ovviamente una migliore qualità delle immagini.

I giganti della Silicon Valley stanno cercando di aggirare non solo le tasse di licenza ed i brevetti, ma anche i tempi elevati per integrare la tecnologia.

AV1 è infatti un codec rivolto principalmente alle piattaforme di streaming, ma anche per tutti i produttori che non saranno più costretti a pagare diritti ad associazioni come MPEG. Fondamentalmente, il consorzio ha unito le conoscenze acquisite da Google durante lo sviluppo di VP9 al knowhow di Mozilla, e Cisco, che hanno sviluppato i codec Daala e Thor.

Alla luce della lunga lista di aziende che hanno deciso di aderire al progetto, la IETF starebbe già prendendo in considerazione l'idea di inserire il codice dagli standard, sotto il nome di NETVC.

Gabe Frost di Microsoft sostiene che "AV1 guiderà la trasformazione dei video 4K UHD verso una qualità superiore su browser e sistemi operativi, passando per dispositivi ed app, oltre che i giochi".

Anche Netflix, attraverso Mark Watson, ha annunciato di far parte del consorzio ed ha affermato che la società è "lieta di registrare un così ampio interesse per il supporto del codec. Siamo anche entusiasti di portare questi benefici al settore dello streaming, e non vediamo l'ora di metterlo nelle mani degli utenti il prossimo anno".

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
6

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it

Google, Mozilla e Cisco annunciano il nuovo codec gratuito AV1