Google Pixel 6a si mostra per la prima volta: quali differenze con Pixel 6?

di

Ben lontano dall'essere annunciato ufficialmente, Google Pixel 6a rappresenterà l'opzione economica della sesta generazione di smartphone di Mountain View. Dopo il lancio ufficiale di Pixel 6 e Pixel 6 Pro, scopriamo cosa bolle in pentola per il prossimo futuro.

I render apparsi in rete nelle ultime ore mostrano quello che dovrebbe essere il design definitivo del modello entry level della nuova era di smartphone Google, caratterizzati dall'arrivo dei primi chip proprietari di Mountain View, denominati Google Tensor e precedentemente noti con il nome in codice Whitechapel.

Grazie al clamoroso leak pubblicato da 91mobiles e OnLeaks scopriamo che, senza troppe sorprese, Google Pixel 6a dovrebbe riprenderein toto il codice estetico dei modelli top di gamma, con una scocca posteriore a doppia tonalità interrotta dalla sezione trasversale superiore contenente il modulo fotografico.

Quanto alle indiscrezioni sulla scheda tecnica, si vocifera che il modello 6a vanterà un inedito display da 6,2 pollici con foro centrale per la fotocamera anteriore e integrazione del sensore biometrico per le impronte digitali. Due i sensori fotografici posteriori accompagnati da Flash LED, stando ai render, mentre per quanto riguarda la ricarica wireless non è ancora noto se Google deciderà di implementarla.

Uno dei punti interrogativi più importanti riguarda invece proprio il processore, dal momento che l'arrivo sul mercato dei primi modelli con SoC Google Tensor non esclude necessariamente una continuazione del sodalizio con Qualcomm per i chip Snapdragon. In attesa di saperne di più, abbiamo da poco appreso le prestazioni del chip Google Tensor nei primi benchmark che lo mettono faccia a faccia con i pesi massimi della categoria, Snapdragon 888 e e Apple A14.

FONTE: wccftech
Quanto è interessante?
1
Google Pixel 6a si mostra per la prima volta: quali differenze con Pixel 6?