Google porta in Chrome la navigazione predittiva

di

Tramite un intervento sul blog ufficiale, il colosso della ricerca ha annunciato il rilascio, in versione al momento beta, di un update che renderà la navigazione più rapida e, al tempo stesso, predittiva. Con lo scopo di fornire ai sempre più numerosi utenti che utilizzano il browser targato Mountain View, un'esperienza di navigazione sempre più fluida, è stata portata in Chrome, la stessa tecnologia utilizzata da tempo per quanto concerne la ricerca, ovvero l'instant search, procedura che effettua il caricamento prima ancora del comando di invio da parte dell’utente.

Tra le sue funzionalità, il browser già annovera Instant Pages, un sistema di pre-caricamento dei siti Web in qualche modo simile a Google Instant sull'omonimo motore di ricerca; in questa beta dell'udate, tale tecnologia prende il nome di Omnibox, una combinazione tra la barra di ricerca e quella degli indirizzi. Omnibox è strettamente legato a una tecnologia di pre-rendering per i siti visitati con maggiore frequenza, in modo che il caricamento anche delle pagine Web più pesanti sia rapido e indolore. Qualsiasi sito visitato almeno una volta, e quindi disponibile per l'auto-completamento sulla barra degli indirizzi, verrà pre-caricato durante la digitazione per un'esperienza Internet senza attese.

Quanto è interessante?
0