Google presenta Brillo, il suo sistema operativo per l'Internet of Things

di

Internet of Things è il futuro, ed è normale che ogni grande azienda tecnologica voglia diventare parte di questo sistema tendenzialmente immenso. Proprio per questo, anche Google sta sviluppando il suo sistema operativo per connettere alla rete un’infinità di dispositivi.

Le prime informazioni dicono che la compagnia di Mountain View preveda di lanciare un nuovo sistema operativo basato su Android, che sarebbe abbastanza leggero per funzionare su dispositivi a bassa potenza collegati all’"Internet of Things". L’OS è soprannominato "Brillo", e secondo i rumors, l'azienda sarebbe in grado di presentare il tutto già il prossimo fine settimana al Google I / O, la conferenza annuale della società per gli sviluppatori di software. Brillo, che può richiedere non più di 32 o 64 MB di memoria RAM per essere eseguito, potrebbe essere utilizzato su tutto, dai grandi elettrodomestici intelligenti, come frigoriferi, televisori a piccoli dispositivi come monitor da giardino, lampadine, serrature e sensori. 

Quanto è interessante?
0