Google registra un brevetto per rivivere i ricordi

di

Ben presto le persone potrebbero non doversi più sforzare più di tanto per ricordare cosa hanno fatto in un determinato lasso di tempo o durante un viaggio. Il tutto grazie ad un nuovo brevetto presentato da Google, che si prepone l'obiettivo di sostituire a tutti gli effetti la memoria umana.

Il tutto potrebbe avvenire attraverso dispositivi indossabili come i Google Glass, che registrerebbero filmati e scatterebbero fotografie per poi salvarle sulla nuvola. A quel punto gli utenti non dovranno fare altro che cercare le parole chiavi per rivierli.
Google inoltre ha annunciato la nuova funzione “TimeLine”, grazie alla quale sarà possibile visualizzare una mappa virtuale contenente tutti gli spostamenti fatti negli scorsi anni. Attraverso questa pagina, e grazie a Google Now, si potranno porre delle domande come “quanti quanti ho visto durante l'ultima vacanza?” ma anche su fatti di stretta attualità, ad esempio TimeLine potrà fornire informazioni sul numero di libri letti, sugli appuntamenti, le canzoni ascoltate ed altro. Insomma, sarà un vero e proprio cervello virtuale a disposizione delle persone. 

Quanto è interessante?
0