Google rilascia Fuchsia OS su Nest Hub: debutta il nuovo sistema operativo

Google rilascia Fuchsia OS su Nest Hub: debutta il nuovo sistema operativo
di

Fuchsia OS è nella bocca di tipster, sviluppatori, investitori e fan da tantissimo tempo. Ancora nel 2017 avevamo avuto occasione di parlare del primo cambio di UI per il sistema operativo, ma in tutti questi anni Google non ha mai rilasciato la prima versione ufficiale stabile sui suoi dispositivi...fino a oggi, con il debutto su Nest Hub.

A quasi mezzo decennio dalla pubblicazione del codice sorgente su GitHub, il nuovo sistema operativo del colosso di Mountain View ha finalmente iniziato a distribuirsi tramite lo smart display Nest Hub di prima generazione. Secondo quanto riportato anche da 9to5Google, Big G ha confermato la distribuzione dell’aggiornamento dal software originale basato su Linux a Fuchsia OS.

Per la gioia degli utenti amanti del mondo IoT ma meno pronti a adattarsi a cambi repentini del sistema in dotazione, questo aggiornamento non comporterà cambiamenti all’interfaccia e l’esperienza d’uso sarà quasi completamente identica. Fuchsia OS versione 1.0 giungerà gradualmente su tutti i Nest Hub e fungerà da “test” per la società statunitense: il suo compito sarà quello di gettare le prime basi essenziali per un’interconnessione maggiore tra tutti i prodotti firmati Google e non solo.

Nel corso del tempo, poi, non mancheranno grosse novità anche per altri dispositivi. Più avanti nel 2021 o addirittura nel 2022 il Nest Hub di seconda generazione riceverà lo stesso trattamento, e così altri prodotti IoT per la domotica. Se tutto andrà secondo i piani dell’azienda, prossimamente anche altri produttori adotteranno Fuchsia OS sui loro dispositivi. Al momento in rete si discute di un possibile approdo su dispositivi Samsung, ma si tratta ancora di mere indiscrezioni.

Intanto Google è anche all’opera su Android 12 Beta 1, di cui abbiamo analizzato tutte le novità grafiche e lato funzionalità.

FONTE: 9to5Google
Quanto è interessante?
1