Google, rinviato il lancio del chatbot Gemini: sfida a ChatGPT solo nel 2024

Google, rinviato il lancio del chatbot Gemini: sfida a ChatGPT solo nel 2024
di

Il lancio del rivale di ChatGPT Google Gemini sarebbe stato rinviato al 2024. Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, il colosso dei motori di ricerca avrebbe spostato al prossimo anno il debutto del suo chatbot annunciato in occasione dell’I/O 2023.

La notizia arriva da The Information, secondo cui il chatbot multimodale avrebbe dovuto vedere la luce la prossima settimana con numerosi eventi in California, New York e Washington, alla presenza anche di numerosi politici.

Tuttavia, il CEO Sundar Pichai dopo alcune ricerche interne avrebbe deciso di ritardarne il lancio in quanto l’AI non gestirebbe in modo affidabile alcune query non inglesi. Proprio il supporto linguistico globale rappresenta uno degli aspetti chiave con cui Google vuole lanciare la propria sfida a ChatGPT ed i suoi modelli come GPT-4. Dal momento che tale obiettivo ancora non è stato raggiunto, il dirigente ha deciso di rinviare tutto, sebbene in alcuni test Gemini sia ampiamente riuscito a surclassare GPT-4 grazie ad una potenza di calcolo maggiore.

La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno, soprattutto dopo le dichiarazioni del CEO Sundar Pichai che lo scorso novembre aveva dichiarato che “l'azienda è concentrata sul rilascio di Gemini 1.0 il prima possibile, assicurandosi che sia competitivo e all'avanguardia, e noi 'costruiremo da lì in poi”.