Google Shopping permetterà di monitorare le migliori offerte sul mercato

Google Shopping permetterà di monitorare le migliori offerte sul mercato
di

Google ha pensato di aggiornare il suo servizio Google Shopping per permettere a tutti i suoi utenti di controllare meglio e con più precisione i prezzi minimi e massimi di ogni prodotto sul mercato per tenere conto di tutte le offerte e confrontare tutti i negozi online e fisici, specialmente in vista del Black Friday e delle festività natalizie.

Spesso infatti capita di trovare sconti apparentemente imperdibili durante occasioni come il venerdì più pazzo di novembre e il Prime Day organizzato da Amazon; ma in realtà le cifre potrebbero essere addirittura inferiori nel negozietto di quartiere, anche se non lo sappiamo. Per aiutare ogni consumatore nella ricerca del bene desiderato al prezzo più basso possibile, ecco che Google arriva in soccorso con le nuove funzionalità introdotte su Shopping.

La prima è la più semplice: un grafico inedito che mostrerà il prezzo corrente di un prodotto rispetto ai prezzi tipici sul Web, così da sapere quando comprarla e dove. La seconda feature è complementare: ogni utente potrà attivare il monitoraggio dei prezzi per ricevere avvisi sulle offerte disponibili per i prodotti nella propria lista acquisti; per farla funzionare, però, servirà per forza un account Google. Per visualizzare l’elenco di tutti i prodotti monitorati, invece, basterà visitare la panoramica Le mie attività del proprio profilo.

Una volta aperta la pagina di acquisto di un prodotto si potranno vedere e confrontare tutti i prezzi, le opzioni di acquisto sia locali che online e, una volta comprato, si potrà scegliere se chiedere la consegna a casa modificata per rispettare le norme anti-contagio COVID-19 (detta anche “curbside pickup”, letteralmente “ritiro dal marciapiede”) o ritiro in negozio. La nota dolente per noi italiani è che tutte queste novità arriveranno in primis negli Stati Uniti, ma non è escluso un lancio globale con le modifiche del caso per ogni singolo paese.

Tra le altre novità marchiate Google arrivate di recente sono il nuovo servizio Google Workspace che sostituisce la GSuite, ma anche la possibilità di usare l’app di Ricerca di Google per riconoscere canzoni semplicemente canticchiandole o fischiettandole.

FONTE: Google
Quanto è interessante?
1