Google fa shopping di startup e brevetti audio: nuove Pixel Buds in arrivo?

Google fa shopping di startup e brevetti audio: nuove Pixel Buds in arrivo?
di

Mentre Google prepara il suo ecosistema per smartphone, wearable, PC e servizi sul cloud, l'azienda si sta anche dedicando ad un vero e proprio shopping di aziende innovative in diversi settori. In particolare, come sottolineano diverse fonti, Google starebbe comprando varie startup legate al mondo dell'audio.

La notizia arriva da un report di Protocol, che spiega che Google avrebbe speso decine di milioni di Dollari nell'acquisizione di startup e brevetti nel mondo dell'hardware audio, dell'audio 3D, dell'active noise cancellation (ANC) e della tecnologia Bluetooth. In alcuni casi, Big G avrebbe anche "comprato" dipendenti di altre aziende convincendoli a trasferirsi a Mountain View e a cambiare posizione lavorativa.

Queste mosse lasciano chiaramente pensare che Google sia al lavoro su un ampliamento dei propri dispositivi audio, magari con il lancio, in parallelo a quello di Pixel 6A o di Pixel 7, di un nuovo paio di cuffie o di auricolari Bluetooth con tecnologia proprietaria della linea Pixel Buds, volti a completare anche dal punto di vista audio l'ecosistema a cui la compagnia di Mountain View mira per i prossimi anni.

La mossa di Google sarebbe particolarmente interessante perché permetterebbe all'azienda di colmare il divario con Apple e Bose, due dei maggiori produttori rispettivamente nel campo smartphone e in quello audio, a cui Big G sta guardando attentamente in vista delle sue future mosse commerciali.

Alcune recenti offerte di lavoro, poi, indicano che Google starebbe pensando ad hardware dedicati per le proprie cuffie proprietarie, al pari di quanto fatto da Apple per le AirPods. A quanto pare, dunque, così come i telefoni Pixel sono dotati di un chip "custom" sulla falsariga di quelli di serie A di Cupertino, anche le nuove cuffie di Big G saranno dotate di SoC proprietario al pari delle AiPods.

Ad ogni modo, al momento Google non si è sbottonata circa il suo futuro nel comparto audio, mentre vi è una possibilità, seppur minima, che le acquisizioni mirino semplicemente a migliorare i dispositivi Nest per la casa o gli speaker degli smartphone Pixel, senza lanciare alcuna cuffia o earbud per smartphone.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
1