Google Tensor, chi sarà il produttore del chip dei nuovi Pixel 6? Ecco cosa sappiamo

Google Tensor, chi sarà il produttore del chip dei nuovi Pixel 6? Ecco cosa sappiamo
di

A margine della presentazione ufficiale dei nuovi Pixel 6, gran parte delle attenzioni si sono riversate, a ragion veduta, sul SoC proprietario Google Tensor, predisposto anche per il supporto di modelli di Intelligenza Artificiale.

Naturalmente, fra le più grandi incognite di tutta la presentazione, una fra tutte la fa da padrone. A quale chipmaker si affiderà Google per una commissione di tale importanza?ù

Stando alle fonti a nostra disposizione, la produzione del cuore pulsante di Pixel 6 e Pixel 6 Pro dovrebbe essere affidata allo stesso autore dello Snapdragon 888, cioè Samsung. Il colosso sudcoreano sarebbe infatti il principale sospettato, insieme al suo nodo a 5 nanometri. Alcuni precedenti rapporti suggerivano invece un doppio coinvolgimento di Samsung e di TSMC nella produzione ma questa ipotesi al momento risulta accantonata.

Occorre specificare che in entrambi i casi rientriamo nel territorio dei rumor e che al momento non esistono fonti ufficiali che confermino o smentiscano quanto riportato.

A questo punto alcune riflessioni sono d'obbligo. Come suggerito dai ragazzi di WCCFTech, l'adozione del nodo a 5 nanometri renderebbe automaticamente il nuovo Google Tensor meno efficiente dal punto di vista energetico rispetto ai chip top di gamma attualmente in fase di sviluppo. Parliamo dell'Exynos 2200 e dello Snapdragon 898, entrambi basati sul nodo a 4 nanometri del produttore di Suwon.

Chiaramente rivaleggiare con i top di gamma del mercato non è una priorità di Google, la cui spinta innovatrice è focalizzata principalmente sull'utilizzo dei modelli di intelligenza artificiale per migliorare l'esperienza complessiva a 360 gradi.

FONTE: WCCFTECH
Quanto è interessante?
1