Google Total Relighting, ecco l'IA che mette gli steroidi alle videochiamate

di

Mentre vediamo evolversi sempre più il suo sistema operativo proprietario per smartphone, che vede nella beta di Android 12 la versione più scaricata di sempre, Google non sembra voler trascurare nessuno dei suoi ambiti di competenza. Ciò di cui parleremo oggi è la sua nuova IA per videoconferenze.

In particolare, il nuovo sistema di illuminazione Total Relighting mira a rivoluzionare l'attuale sistema di rimozione e sostituzione dello sfondo, riuscendo a emularne l'illuminazione rendendo più coerente il soggetto con il resto dell'immagine.

L'avvento dell'era dello smart working ha portato a una vera e propria esplosione nell'utilizzo delle videoconferenze e degli effetti di questo genere. Non è certamente la prima volta che ci troviamo davanti a strumenti di rielaborazione dell'illuminazione sulla base dello sfondo ma l'utilizzo delle reti neurali da parte di Google restituisce senza dubbio un risultato impressionante, con un importante recupero in termini di dettaglio rispetto ai tentativi precedenti che, come mostrato nel video, portavano a una considerevole perdita di informazioni.

Per raggiungere l'obiettivo, gli step da compiere sono numerosi e prevedono la scomposizione dell'immagine, per poi rielaborare diversi modelli specializzati ognuno in un ambito diverso dell'illuminazione, dalla generazione delle traiettorie di luce dallo sfondo sul soggetto sino alla luce riflessa dal soggetto stesso.

Al momento il progetto è stato pubblicato come paper da parte di Google ma ci aspettiamo di poterlo provare molto presto, conoscendo l'autore. Sempre sul fronte dell'Intelligenza Artificiale, Google ha affidato all'IA lo sviluppo di un nuovo chip. Il risultato? Ci ha messo appena sei ore!

Quanto è interessante?
1
Google Total Relighting, ecco l'IA che mette gli steroidi alle videochiamate