Le più grandi scoperte di Albert Einstein? Scopriamole insieme

Le più grandi scoperte di Albert Einstein? Scopriamole insieme
di

Chi non ha mai sentito nominare Albert Einstein? Si tratta di uno dei nomi più altisonanti di tutti i tempi e ciò grazie alle sue incredibili scoperte in campo fisico e matematico, le quali, senza mezze misure, hanno cambiato la concezione stessa dell’universo e delle dinamiche cosmiche dei gargantueschi eventi che lo pervadono.

Conosciutissimo per una delle sue più note formule (E = mc2) e per aver provato l’esistenza degli atomi, Albert Einstein fu fautore di alcuni dei più incredibili sconvolgimenti della fisica moderna, che lo portarono ad essere insignito del premio Nobel per la fisica nel 1921, per il suo lavoro sull’effetto fotoelettrico. Grazie ad Einstein è stato scoperto che la luce possiede una natura bivalente (ondulatoria e particellare) a seconda delle specifiche interazioni considerate.

Elaborò, inoltre, la teoria della relatività generale, la quale ha reso noto non solo l’esistenza dello spazio-tempo, ma che la gravità risulta essere l’effetto provocato dalla deformazione dei corpi massivi sullo spazio tempo stesso.

Un altro suo lavoro di spicco fu quello che lo vide affrontare lo spazio e il tempo di Newton e la teoria della velocità della luce come una costante, introdotta da Maxwell. Einstein sviluppò in tal modo la teoria della relatività ristretta, per descrivere fenomeni ad alte energie e a velocità prossime a quella della luce. I due postulati fondanti della teoria affermano che le leggi fisiche sono le medesime per tutti i sistemi di riferimento inerziali e che la luce ha la capacità di propagarsi nel vuoto con un valore di velocità costante, definito c. Da questi postulati egli ricavò anche la relazione che intercorre tra massa ed energia, portando alla formula matematica che tutti conosciamo, ovvero E=mc² che a tutti gli effetti può essere definita come la più conosciuta equazione al mondo.

Questa incredibile scoperta, però, portò anche a conseguenze disastrose per la storia umana. Infatti le teorie del fisico tedesco furono utilizzate come base per lo sviluppo del più grande risultato della scelleratezza umana, ovvero la bomba atomica. Non prese mai parte, però, al progetto Manhattan e ,a seguito dello sgancio degli ordini atomici ad Hiroshima e Nagasaki, lottò egli stesso per l’abolizione di queste armi di distruzione. Nota è la sua frase in merito: “Se solo l'avessi saputo, avrei fatto l'orologiaio”. Militò al fianco di uno degli scienziati che prese parte al progetto, il fisico Robert Oppenheimer, le cui parole ,alla luce dei bombardamenti delle città Giapponesi, risuonano tutt’oggi: “Ora sono diventato la Morte, il distruttore dei mondi”.

Gli ultimi anni della sua vita furono dedicati alla ricerca sulla teoria di campo unificato che purtroppo, a causa della sua morte improvvisa, non è mai stata completata.

La figura di Einstein ha così profondamente cambiato il mondo che, ancora oggi, le sue teorie continuano a trovare riscontri e prove nella moltitudine di effetti universali e cosmologici scoperti dalla scienza.

FONTE: History
Quanto è interessante?
6