Guarda l'arpione spaziale recuperare in pochi secondi un detrito (video)

di

Da quando l'essere umano ha iniziato le sue attività in campo di esplorazione spaziale, lo Spazio ha iniziato a riempirsi di spazzatura. Pensate che lassù ci sono più di 7600 tonnellate di spazzatura, a causa di vecchi lanci in orbita e di satelliti morti da tempo. Per questo motivo, ci potrebbe volere un arpione spaziale per risolvere il problema.

In particolare, stando anche a quanto riportato dai colleghi di SlashGear e come potete leggere sul sito della NASA, il progetto RemoveDEBRIS, coordinato dalla Surrey Satellite Technology con l'aiuto di aziende come Airbus e CSEM, è riuscito a portare a termine un importante test: recuperare un detrito attraverso l'arpione spaziale. Si tratta in realtà del terzo esperimento di successo in tal senso.

Questa volta, è stato posizionato in orbita, collegato a un braccio lungo 1,5 metri, un pezzo di un pannello di un satellite, che è stato recuperato attraverso l'arpione, lanciato verso l'oggetto a una velocità di circa 20 metri al secondo. Potete vedere l'operazione attraverso il video presente qui sopra.

Qualche tempo fa, Stuart Gray, docente di Ingegneria aerospaziale presso l'Università scozzese di Strathclyde, aveva dichiarato quanto segue in merito ai detriti spaziali: "Questi oggetti sono fatti di materiali specifici che sono molto costosi da produrre, e si è tentati di identificarli come una risorsa che aspetta solo di essere utilizzata. [...] Il problema è lo sforzo necessario per catturare e utilizzare queste risorse". Insomma, ora la tecnologia ha fatto un importante passo in tal senso.

FONTE: NASA
Quanto è interessante?
8
Guarda l'arpione spaziale recuperare in pochi secondi un detrito (video)