di

Quando si pensa ai robot, non si può che reindirizzare il nostro pensiero subito dopo al Giappone, la patria che ha dato il via alla cultura dei "robottoni" e finita in praticamente tutte le parti del mondo. Loro lo sanno bene, ed è in corso la costruzione di un enorme Gundam di circa 18 metri di altezza e dal peso di 25 tonnellate.

Il robot presenterà 24 gradi di libertà, il che significa che - incredibilmente - sarà in grado di camminare (e non solo). Considerata la sua "stazza", le 25 tonnellate rendono il Gundam un "peso piuma". Queste efficienze di peso sono dovute a un attento lavoro di ingegneria e progettazione. Jun Narita, responsabile del design spiega - nella prima puntata di una serie di video dedicate all'impresa - che sono state prese in considerazione diversi tipi di materiali e motori per renderlo efficiente e al tempo stesso leggero.

Il robottone è capace di muoversi e perfino di inginocchiarsi. Costruito su uno scheletro meccanico, l'impresa è stata completata a luglio ed è stato benedetto anche dai sacerdoti shintoisti durante una cerimonia tradizionale chiamata jotoshiki prima che la testa fosse attaccata. Il Gundam è in lavorazione dal 2014, inclusi due anni per la pianificazione e lo sviluppo.

La gigantesca opera ha un telaio in acciaio, un esterno in resina di carbonio e sarà alimentata da attuatori elettrici. Il robot farà affidamento sul sistema operativo V-Sido di Asratec, che verrà utilizzato per il movimento. Il JSK Lab dell'Università di Tokyo, uno dei partner del progetto, ha sviluppato un simulatore ad hoc che i ricercatori possono utilizzare per esplorare diversi comportamenti del robot. Il colosso di metallo è, inoltre, accoppiato a un sistema di supporto mobile che può spostare il Gundam dentro e fuori dall'infrastruttura.

Quando dovrà muoversi, il colosso sarà controllato a distanza e gli spettatori potranno osservarlo da un edificio vicino.

Quanto è interessante?
2