Hacker truffa la Lazio: dirottato un bonifico da 2 milioni per De Vrij

di

Il mondo degli hacker punta sempre più a quello el calcio, in cui girano milioni di Euro. Secondo quanto riportato da molte testate calcistiche del nostro paese, un pirata informatico facente parte di una complessa rete, sarebbe riuscito a dirottare un bonifico da 2 milioni di Euro inviato dalla Lazio per l'acquisto di Stefan De Vrij.

Il fatto risale al 2014, anno in cui il club di Claudio Lotito ha acquistato il difensore centrale che all'epoca militava nel Feyenord. Il club capitolino era pronto a versare nelle casse del club olandese l'ultima rata, da 2 milioni di Euro, e si avvale del bonifico internazionale che fa capo alla classica banca, a cui i legali della squadra di Roma si erano già affidati più volte.

I soldi vengono regolarmente spediti, ma il Feyenord successivamente osserva di non averli mai ricevuti. Il motivo, si scoprirà poco dopo, è da ricercare nell'intrusione di un hacker nella rete, che ha permesso al malvivente informatico di "inserirsi" nella corrispondenza delle due squadre, inviando alla Lazio una falsa mail con un numero di bonifico differente rispetto a quello reale, pur mantenendo la stessa banca e lo stesso metodo di pagamento. I due milioni di Euro, a questo punto, svaniscono nel nulla.

La Lazio ed il Feyenord si sono immediatamente rivolte agli organi competenti, che hanno aperto un'indagine per truffa. L'ipotesi più accreditata, secondo Sky Sport, è che la truffa sia stata portata a termine da una persona interna al club olandese, ma a riguardo si dovrà ancora fare chiarezza. La cosa certa è che le due squadre si costituiranno parte lesa.

Quanto è interessante?
11