Hacking Team: spyware diffuso attraverso droni?

di

Continuano ad emergere dettagli sulla vicenda Hacking Team, attraverso il sito web di Julian Assange Wikileaks. Secondo alcuni nuovi documenti pubblicati su quest'ultima piattaforma, l'Hacking Team era in trattativa con Insitu per iniettare lo spyware attraverso dei droni.

Insitu è una compagnia specializzata nella produzione dei droni ScanEagle e Blackjack, che vengono usati dall'esercito americano per le operazioni militari.
Il piano prevedeva la diffusione, attraverso un drone, dello spyware nei computer e cellulari attraverso le connessioni WiFi.
Questa conferma arriva grazie ad una mail pubblicata da Assange, in cui Giuseppe Venneri, di Insitu, contatta Emad Shehata lo scorso 6 Aprile. Nell'e-email si legge che Hacking Team crede “un potenziale piano d'integrazione del software di hackeraggio attraverso un sistema aereo wifi”. Tuttavia le trattative si sarebbero ancorate nei mesi successivi a causa di una mancata sintonia sugli accordi economico.
L'Associated Press oggi riporta che all'Hacking Team è anche stato legato il suicidio di uno 007 dell'NSA coreana, avvenuto lo scorso sabato. Il funzionario ha lasciato al fanco del suo corpo un biglietto in cui nega che i suoi datori di lavoro hanno utilizzato software per spiare politici e cittadini. 

Quanto è interessante?
0