Alle Hawaii i ricercatori stanno ricreando delle colonie marziani e lunari: ecco perché

Alle Hawaii i ricercatori stanno ricreando delle colonie marziani e lunari: ecco perché
di

Quando l'umanità deciderà di andare a colonizzare altri mondi dovrà essere preparata al 100%, poiché non ci sono altri luoghi ospitali come la Terra nel Sistema Solare. Per questo motivo, un team di scienziati è recentemente volato fino alle Hawaii per scendere nel sottosuolo e simulare le condizioni dei pianeti rocciosi.

In questo luogo, gli scienziati stanno ricreando l'ambiente ostile dei corpi celesti del nostro Sistema Solare, come ad esempio la Luna o Marte. Attualmente si stanno studiando le condizioni geologiche e gli organismi trovati nei tunnel di lava e nelle caverne del vulcano Mauna Loa delle Hawaii; questi tunnel scavati dalla lava, infatti, potrebbero essere il luogo migliore per ripararsi su altri mondi.

La stazione di ricerca in questione è gestita dall'International Moon Base Alliance (IMBA), un'associazione che lavora allo sviluppo della prima base lunare internazionale, e fa parte dell'Hawaii Space Exploration Analog and Simulation (Hi-SEAS). Durante questi "soggiorni", delle squadre - di massimo sei membri - vivono per settimane o mesi in un habitat a cupola lavica.

Così come succederebbe su Marte o la Luna, le risorse come cibo, acqua ed elettricità sono molto limitate e strettamente monitorate. Quando devono uscire dal loro habitat, gli scienziati indossano tute pesanti, caschi e sistemi di supporto vitale, come se si trovassero su un altro pianeta. Si ritiene, infatti, che i tubi di lava sulla Luna e su Marte siano luoghi promettenti per trovare segni di vita extraterrestre, poiché potrebbero trovarsi i cosiddetti "estremofili".

Insomma, gli scienziati si stanno preparando per bene per i futuri viaggi sul nostro satellite e sul Pianeta Rosso, così da arrivare preparati e sicuri.

FONTE: space
Quanto è interessante?
4