HIV, creata una nuova medicina per trattamenti a lungo termine

HIV, creata una nuova medicina per trattamenti a lungo termine
di

Nella mancanza di cure definitive o vaccini contro l’HIV, i ricercatori cercano di proporre trattamenti per garantire a chi è vittima del virus dell’immunodeficienza umana una vita più lunga e serena possibile. L’ultima novità è giunta grazie un team di scienziati che avrebbe sviluppato una molecola inedita per trattamenti a lungo termine.

Secondo quanto riportato nell’articolo pubblicato nel giornale Nature, questa piccola molecola denominata GS-6207 andrebbe a colpire il capside del virus, ovvero la struttura proteica che protegge il suo acido nucleico dall’esterno, legandosi a esso e fermando la replicazione virale.

Nonostante la ricerca sia ancora acerba, i primi feedback sono stati positivi e hanno mostrato come questa nuova medicina sia efficace anche contro varianti dell’HIV già resistenti ad agenti antiretrovirali usati in varie terapie contro lo stesso virus. Per i ricercatori, questa molecola potrebbe aiutare anche tutti i soggetti a rischio grazie a un utilizzo preventivo.

I test sono stati condotti prima su 40 soggetti per verificare se la medicina è sicura. In seguito, altri 32 pazienti si sono sottoposti alla somministrazione di una singola dose di GS-6207, rivelatasi efficace nel giro di nove giorni.

Questa medicina non andrebbe presa quotidianamente e rimane attiva per oltre sei mesi, chiedendo quindi soltanto due iniezioni all’anno. Potrebbe addirittura aumentare l’efficacia se somministrata assieme ad altre medicine, ma questo è ancora soggetto di studi.

Questo grande passo avanti aiuterà sicuramente la comunità scientifica nella continua ricerca di cure contro l’HIV, che intanto è stato definitivamente sconfitto da un 40enne spagnolo in circostanze decisamente interessanti grazie a una terapia a base di cellule staminali.

Quanto è interessante?
2