Hololens, i dipendenti vogliono che Microsoft annulli un contratto militare da 479 milioni

Hololens, i dipendenti vogliono che Microsoft annulli un contratto militare da 479 milioni
di

Anche i dipendenti di Microsoft si scagliano contro le collaborazioni dell'azienda con l'esercito statunitense. A finire nel mirino è un contratto da ben 479 milioni di dollari in visori HoloLens e altri servizi legati alla realtà aumentata.

Si tratta di uno dei più importanti contratti legati alla realtà aumentata per un utilizzo militare, saranno consegnati oltre 100mila visori Hololens modificati per soddisfare le esigenze dell'esercito americano. A conferma che se le applicazioni della mixed reality per il grosso pubblico latitano ancora, questa tecnologia ha incontrato invece il forte interesse di una vasta gamma di settori, tra medicina 2.0, industria automobilistica e, appunto, bellica.

Ma i dipendenti di Microsoft non ci stanno: "Siamo preoccupati che la tecnologia che abbiamo contribuito a costruire finisca per aumentare la letalità di un Governo", hanno infatti spiegato con una lettera pubblica. I dipendenti parlano poi ti poca trasparenza, rivendicando di non aver mai prestato il loro consenso per fornire il loro ingegno all'industria militare. "Pretendiamo di avere parola su come venga usato il nostro lavoro".

I dipendenti di Microsoft non sono gli unici ad essere insorti contro il rapporto tra l'azienda in cui sono impiegati e l'industria militare: quelli di Google si erano scagliati contro il coinvolgimento della loro azienda all'interno del Progetto Marven, che avrebbe visto le tecnologie di cloud computing di Mountain View al servizio del Pentagono.

Quanto ad Hololens di Microsoft, un evento previsto domani 24 febbraio potrebbe rivelare finalmente la seconda generazione di visori per la Mixed Reality.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
5