Honor a caccia di partner: firmati accordi con Qualcomm, Intel, AMD e altri colossi

Honor a caccia di partner: firmati accordi con Qualcomm, Intel, AMD e altri colossi
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nella giornata di oggi Honor ha annunciato il nuovo View40, il primo smartphone prodotto dopo avere rotto con l’ex-azienda madre Huawei. Con il lancio, però, il CEO George Zhao ha svelato che la società ha già firmato partnership chiave con altri colossi del mondo tech e starebbe trattando con molte altre aziende statunitensi.

Come riportato dall’agenzia di stampa Reuters, Zhao ha descritto gli ultimi cinque mesi come “un periodo estremamente difficile ma significativo per Honor” in quanto Honor ha dovuto compiere un’importante transizione verso un futuro da azienda indipendente, libera di trattare con società con sede negli Stati Uniti, cosa che il colosso di Shenzhen non può fare in seguito ai provvedimenti presi dall’ex Presidente degli USA Donald Trump.

Tra i marchi con cui Honor ha già concluso le trattative c’è, per esempio, Microsoft per l’utilizzo di Windows 10 nei computer portatili prodotti dalla società cinese; o ancora, la lista continua con i produttori di semiconduttori MediaTek e Qualcomm, o importanti brand come AMD, Intel, Micron, Samsung, SK Hynix e Sony.

Honor ora intende concentrarsi sui segmenti di mercato di fascia media e alta e amplierà anche la sua presenza all'estero, per poi lavorare anche sul mondo Internet of Things, offrendo la stessa qualità che garantivano sotto Huawei se non anche meglio. Nicole Peng di Canalys ha affermato: “Hanno voluto mostrare che sono risorti dopo la caduta di Huawei in modo che i clienti possano fidarsi e ricevere la stessa qualità a cui Huawei mirava per il brand”.

Si vocifera infine un ritorno dei Google Mobile Services negli smartphone firmati Honor: secondo un quotidiano russo, infatti, le due aziende sarebbero già in fase di trattativa per riallacciare i rapporti commerciali.

FONTE: Reuters
Quanto è interessante?
1