Huawei fa chiarezza su HarmonyOS e Android: ecco come funzionerà lo switch

Huawei fa chiarezza su HarmonyOS e Android: ecco come funzionerà lo switch
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo l'annuncio di HarmonyOS, il nuovo sistema operativo proprietario di Huawei, molti utenti hanno comprensibilmente iniziato a porre numerose domande alla società cinese. Per questo motivo, Wang Chenglu, presidente della divisione Consumer Software di Huawei, ha deciso di fare chiarezza durante una conferenza tenutasi nel contesto dell'HDC.

Innanzitutto, Chenglu ha ricordato che l'azienda cinese ha appena annunciato la EMUI 10, ovvero la decima versione della personalizzazione di Huawei, questa volta basata su Android Q. Questo significa che la società non ha intenzione di abbandonare subito gli utenti smartphone e continuerà ad aggiornare per lungo tempo i suoi dispositivi che montano il sistema operativo mobile di Google. Oltre a questo, il presidente della divisione Consumer Software di Huawei ha assicurato che l'esperienza che verrà offerta da HarmonyOS non differirà molto rispetto alla EMUI. Questo aspetto è stato pensato per far sentire gli utenti "a casa".

In ogni caso, HarmonyOS non arriverà subito in campo smartphone, perlomeno per quanto riguarda i dispositivi di fascia alta. Infatti, Chenglu ha dichiarato che Huawei ha già preso accordi con Google per i dispositivi top di gamma della serie Mate 30 di prossimo arrivo (non è chiaro se Mate 30 Lite monterà invece il nuovo sistema operativo, come suggerito dai rumor) e per gli aggiornamenti software della gamma P30 e di quella Mate 20. Insomma, gli utenti che dispongono di uno smartphone Huawei possono stare tranquilli: con ogni probabilità HarmonyOS non andrà a sostituire Android in questi dispositivi. Inoltre, Chenglu ha affermato che Huawei è in grado di sviluppare da sola le patch di sicurezza per questi smartphone, andando a utilizzare il codice open source del robottino verde. Sembra quindi che la società cinese continuerà a utilizzare Android almeno per i prossimi 12 mesi.

Tuttavia, nel caso Trump non consenta più a Huawei di utilizzare Android, l'azienda dovrà probabilmente effettuare immediatamente passare a HarmonyOS per quanto riguarda i nuovi smartphone in uscita, come annunciato sul palco della Developer Conference. Oltre a questo, è interessante notare che HarmonyOS è open source e quindi potrebbe essere adottato anche da altri produttori in futuro. Staremo a vedere.

FONTE: Ausdroid
Quanto è interessante?
3
Huawei fa chiarezza su HarmonyOS e Android: ecco come funzionerà lo switch