Huawei Mate 30: bloccato il metodo che consentiva di installare il Play Store

Huawei Mate 30: bloccato il metodo che consentiva di installare il Play Store
di

Come abbiamo avuto modo di raccontare in fase di presentazione, Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro non hanno ottenuto la certificazione Android, ed includono una versione open source del sistema operativo senza i servizi e le applicazioni di Google. In molti avevano scoperto dei metodi "alternativi", che però sono stati bloccati immediatamente.

Uno di questi consisteva nel download dei file APK da uno store di terze parti, che permetteva (almeno in teoria) di installare tutte le GApps sullo smartphone senza sbloccare il bootloader. Tali procedure ovviamente non garantivano in alcun modo la sicurezza dei dati, in quanto le applicazioni non erano certificate e l'accesso all'account Google comportava il possibile trasferimento su server non sicuri di dati personali come password, cronologia ed altro.

A poche ore dalla pubblicazione della procedura, e della relativa applicazione, però, il sito web che consentiva di effettuare il download è stato messo offline. Ma non è tutto, perchè i colleghi di Android Central hanno anche svelato che i Mate 30 e Mate 30 Pro non sarebbero più compatibili con l'applicazione e non supererebbero più il test di SafetyNet di Google. Il mancato superamento della verifica di sicurezza, di fatto, rende impossibile l'accesso ai Google Services, che quindi restano bloccati.

La prima denuncia era arrivata da un ricercatore di sicurezza, John Wu, secondo cui l'applicazione sfruttava una backdoor ed esponeva gli utenti che la installavano a rischi di sicurezza elevati.

FONTE: gizchina
Quanto è interessante?
2